Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Incontro con il sottosegretario alla Giustizia, Errico D’Amico sul Tribunale di Lanciano

Condividi su:

LANCIANO - In occasione della visita a Lanciano della senatrice Federica Chiavaroli, sottosegretario di Stato presso il Ministero della Giustizia, si torna a parlare del Tribunale di Lanciano. Nell'incontro con il candidato sindaco Errico D’Amico, infatti, sono state esposte le preoccupazioni in merito alle sorti del tribunale che, secondo la riforma della geografia giudiziaria e nonostante i termini di efficienza piuttosto alti, rischia la chiusura entro il 2018 così come tutti i tribunali definiti minori.

"Il Tribunale di Lanciano serve una popolazione di 110 mila residenti e ben 41 comuni e nel suo circondario insiste la zona industriale e produttiva più importante d'Abruzzo, la Val di Sangro – questo è quanto espresso da D’Amico – La chiusura del Tribunale di Lanciano deve essere scongiurata perché costituisce un importante presidio di legalità e di sicurezza sul territorio, oltre che un esempio di efficienza e rapidità nella risposta giudiziaria".

“La chiusura del Tribunale – prosegue il candidato sindaco – determinerà la privazione del nostro territorio di Uffici e Servizi Giudiziari posti a garanzia della legalità e dei diritti dei cittadini e la riduzione dei presidi di sicurezza connessi alla Procura (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza). Inoltre i cittadini subiranno un aggravio dei costi di accesso alla giustizia, dovendo far valere i propri diritti in Tribunali distanti da Lanciano".

Ribadendo il ruolo dell’istituzione per la città e per tutto il territorio circostante, la risposta della senatrice sembra essere positiva "Ho ascoltato con grande interesse tutte le problematiche esposte - spiega Federica Chiavaroli - e mi farò portavoce di questa grave situazione nelle sedi ministeriali per trovare le opportune soluzioni tecniche".

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook