Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Progetto Sollievo: una mano in più per l'assistenza domiciliare

30mila euro dalla Regione Abruzzo per un servizio sperimentale nato a Lanciano.

| di Martina Luciani
| Categoria: Attualità
STAMPA

LANCIANO - Saranno 20 i pazienti che potranno usufruire del nuovo progetto Sollievo dedicato all’assistenza domiciliari portato avanti dal Comune di Lanciano in collaborazione con la Regione Abruzzo.
Il progetto è finalizzato alla condivisione di responsabilità, all’integrazione gli aspetti carenti ed al miglioramento della qualità professionale della cura consentendo una migliore assistenza domiciliare per le persone che ne hanno più bisogno, integrando la rete sociale già esistente.
“Si tratta di un servizio sperimentale che permetterà alla famiglie che risulteranno idonee di poter usufruire di voucher per sostenere le spese di assistenza domiciliare, anche notturna e nei giorni festivi. - spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Dora Bendotti - Il Comune ha voluto attivarlo per mostrare vicinanza alle fasce più deboli e rispondere alle esigenze del territorio con cui ci confrontiamo ogni giorno”. Il servizio prevede assistenza notturna a domicilio, assistenza in degenza ospedaliera, accompagnamento degli utenti per il disbrigo di pratiche burocratiche e facilitazione delle uscite e accesso alle risorse territoriali per incrementare la rete sociale ed evitare l’isolamento della persona disabile o anziana, qualora possibile.
Il progetto è finanziato dalla Regione Abruzzo per 30mila euro e ad ognuno dei beneficiari, a secondo del reddito e delle necessità, spetterà un massimo di 1500 euro. “Continuare ad avere a casa l’assistenza necessaria dopo un incidente o un ictus, oppure se si soffre di una malattia cronica o non si è più autosufficienti è uno degli obiettivi primari del nostro piano sociale. - commenta l’assessore regionale alle Politiche Sociali Marinella Sclocco - La propria abitazione è il luogo ideale in cui ricevere trattamenti medici, assistenza o cure di riabilitazione da personale qualificato”. 

L’ammissione al progetto sarà riservata a 20 cittadini con grave disabilità motoria e/o sensoriale, di età inferiore a 18 anni e superiore ai 65 anni. E’ possibile presentare domanda, redatta su apposito modulo, da reperire presso lo sportello di segretariato sociale del Comune di Lanciano o sul sito istituzionale dell’Ente, entro e non oltre il prossimo 11 aprile negli uffici dell’assessorato.

Martina Luciani

Contatti

[email protected]

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK