Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Troppi tagli e scarsa considerazione per il Mastrogiurato

Il presidente Danilo Marfisi richiama tutti alle proprie responsabilità

Condividi su:

“Sono poche le manifestazioni in provincia di Chieti che hanno l’importanza e la storia del Mastrogiurato, eppure siamo trattati come l’ultima delle sagre”. È lo sfogo di Danilo Marfisi, presidente dell’Associazione Il Mastrogiurato che ieri ha convocato una conferenza stampa per manifestare il totale disinteresse delle istituzioni nei confronti della storica manifestazione lancianese prevista quest’anno per il 7 settembre, che richiama ogni anno 50 mila visitatori in città, che collabora stabilmente con 8 nazioni e che ha un sito internet visitato dai 5 continenti.

“A questo punto – prosegue il presidente Marfisi - ci sono due possibilità: presentare il programma 2014 o presentare le mie dimissioni”. Nelle parole di Danilo Marfisi e del vice presidente dell’Associazione Mario La Farciola, c’è rassegnazione, dispiacere ma soprattutto la consapevolezza che la città e l’intera regione stanno pian piano rinunciando ad una manifestazione che finora è stata un importante biglietto da visita all’estero, che fa parte della tradizione lancianese dal 1981 e che può alimentare un interesse economico pari a un milione di euro durante la “Settimana Medievale”  (secondo un studio Federculture).

“Stiamo affrontando tagli drammatici. Siamo passati dai 70 mila euro di 3 anni fa ai 6-7 mila che la Regione vuole concederci quest’anno. E non abbiamo ancora ricevuto il contributo di 25 mila euro stanziato dalla Regione lo scorso anno” precisa Marfisi. “La nostra non è una pretesa economica, noi pretendiamo una risposta in tempi utili, anche se sappiamo bene che la nuova amministrazione regionale si è insediata da poco”. La manifestazione, costata 92 mila euro nel 2013, riesce a coprire il 30-40% delle spese solo grazie all’impegno degli sponsor.

Danilo Marfisi, da vice presidente europeo della Confederazione europea dei giochi storici, ribadisce l’importanza dei contatti con le altre nazioni: “Abbiamo dovuto rinunciare alla presenza di Francia, Spagna e Portogallo che tenevano ad essere presenti in questa edizione, per la mancanza di fondi e per le lungaggini burocratiche. Speriamo di poter mantenere le adesioni di Ungheria e Germania.”

È possibile dire no al Mastrogiurato, ma si dice no a tutto questo.

Condividi su:

Seguici su Facebook