Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Chieti ecografo in dono per diagnosi malformazioni dei neonati

Donazione dell’Associazione italiana studio malformazioni alla Neonatologia e Terapia intensiva neonatale dell'ospedale del capoluogo

Redazione
Condividi su:

Proteggere la salute dei neonati attraverso la diagnosi tempestiva di eventuali malformazioni: questa la finalità della donazione dell’Associazione italiana studio malformazioni alla Neonatologia e Terapia intensiva neonatale dell'ospedale di Chieti. E’ stato consegnato un ecografo multidisciplinare portatile, un Esaote My Lab Omega, che offre prestazioni di altissimo livello in qualsiasi ambito applicativo, e assicura grande precisione e qualità. 

L'apparecchio viene usato per esami dei reni, dell’encefalo e dell’addome sia durante la permanenza dei bimbi in reparto sia in regime di dimissioni protette. 

La donazione è stata ufficializzata questa mattina alla presenza del direttore dell’unità operativa, Diego Gazzolo, e Angelo Muraglia, direttore sanitario della Asl Lanciano Vasto Chieti, Domenico Arduini, presidente del Comitato scientifico di ASM -Associazione italiana studio malformazioni onlus, Maurizio Fabbri, segretario generale di ASM, e Giuseppe Salvatore, donatore ASM, ma soprattutto ostetrico-ginecologo che ha speso la sua vita professionale all’ospedale di Lanciano, contribuendo in modo importante al buon nome del reparto.

Durante l'incontro è stata sottolineata l’importanza della sinergia tra la sanità pubblica e il mondo dell’associazionismo e, nel caso specifico, dell’ASM che interviene a supporto di attività come informazione, prevenzione e ricerca allo scopo di garantire alle future mamme un’assistenza fondata sulle acquisizioni più avanzate della scienza medica. Tutto questo per ridurre il numero dei bambini che ancora oggi nascono con una malattia congenita.

Condividi su:

Seguici su Facebook