Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Festival delle Letterature dell'Adriatico: Daria Bignardi presenta il suo libro

A Pescara, all'incontro con la conduttrice tv

Condividi su:

PESCARA - Sala gremita, posti a sedere occupati in pochissimo tempo e quasi tutti con “L’amore che ti meriti” tra le mani in attesa dell’autrice. Parliamo dell’appuntamento di ieri sera a Pescara, al Matta, in occasione del Festival delle Letterature dell’Adriatico, con Daria Bignardi.
Una serata coinvolgente ed interessante in cui la scrittrice, giornalista, conduttrice tv, si è raccontata, ed ha raccontato “L’amore che ti meriti”, edito da Mondadori e nelle librerie da circa un mese, al pubblico abruzzese.
Tra una risata e l’altra, con il marito Luca Sofri, ospite ormai fisso del FLA, che ieri l’ha presentata ed accompagnata in questa serata, Daria è riuscita a creare un rapporto di empatia col pubblico, raccontando della sua passione per lo scrivere e di com’è nato il suo ultimo libro.
“Ho scritto il mio primo romanzo a 8 anni - ha raccontato Daria - ma la vera esigenza di scrivere l’ho sentita dopo la perdita di mia madre e allora ho dovuto mettere nero su bianco una storia che in realtà avevo dentro da circa 30 anni”. Un amore, quello per la scrittura, raccontato con grande passione. “Mi piace soffermarmi molto sulle parole e ascoltarmi quando scrivo - ha proseguito la conduttrice La7 delle Invasioni Barbariche - e mi piace scrivere e riscrivere lo stesso concetto anche 50 volte, prima che lo senta davvero perfetto”.
 Non sono mancati aneddoti sulla sua vita, sul lavoro in tv e su come sia cambiata dai tempi del Grande Fratello e su quanto sia stato, per certi versi difficile, passare dalla tv ai romanzi, senza che questo sembrasse come “dovuto”, come accade, forse troppo spesso, ai tanti che vediamo scorrere dal piccolo schermo agli scaffali delle librerie.
La presentazione, anticipata dall’esibizione musicale di Michele Di Toro e Piero Delle Monache, si è conclusa con l’immancabile momento delle domande, molte sullo scrivere, e degli autografi. Una bella serata quella di ieri sera con l’unica pecca, forse, di aver messo a disposizione pochi posti a sedere per un pubblico molto più numeroso. E con un’ospite come Daria Bignardi, c’era da aspettarselo.

Condividi su:

Seguici su Facebook