Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

San Vito Chietino: via al progetto di ospitalità diffusa

Casalinghe, giovani, albergatori, produttori di prodotti tipici, tutti possono essere parte attiva per dare una svolta all'economia del territorio.

Condividi su:

SAN VITO CHIETINO - Un nuovo sistema di ricettività turistica diffusa di qualità, utilizzando gli edifici esistenti come potenziali strutture ricettive, senza costruirne di nuovi, utilizzando la formula del bed&breakfast o altre strutture simili?

E’ quello che sta pensando di realizzare il comune di San Vito Chietino nel territorio comunale, su iniziativa del Gac Costa dei Trabocchi, condivisa anche dalla Camera di Commercio di Chieti, dal Dipartimento di Architettura dell’università D’Annunzio, da Confcooperative Abruzzo e Federabitazione Abruzzo e dal Parco Letterario Dannunziano.
Ciò che si vuole fare è favorire un progetto pilota per l’ospitalità diffusa per imprimere una svolta importante all’economia sanvitese.

Il progetto si rivolge a tutta la cittadinanza, in particolare a chi già esercita attività alberghiera e non, a chi affitta le proprie case, a chi cerca nuovi sbocchi imprenditoriali, a chi ha una seconda casa o qualche camera spesso inutilizzata e vuole farne fonte di reddito. Si rivolge alle casalinghe in grado di preparare piatti tipici locali, ai giovani disposti a guidare i turisti negli itinerari turistico-culturali, a coloro che producono e vendono prodotti tipici e a chiunque voglia attivarsi nell’offerta di beni e servizi destinati a soddisfare le esigenze molto complesse dei turisti.

La rete di ospitalità sarà seguita da esperti e inserita in un sistema organizzato che si occuperà della distribuzione stagionale dei turisti nei diversi presidi ricettivi, della promozione del territorio e delle strutture e della prima accoglienza.
Tutti gli interessati possono quindi manifestare la propria adesione al programma, utilizzando il modello che può essere ritirato in comune o scaricato sul sito web dell’ente e consegnato entro e non oltre il 20 settembre 2015. La manifestazione di interesse non è in alcun modo impegnativa e constituisce solo un primo momento di conoscenza per l’organizzazione del programma.
Per tutte le informazioni, è possibile consultare il sito del comune di San Vito Chietino.

Condividi su:

Seguici su Facebook