Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Fine settimana che scotta, più instabile da domenica pomeriggio

Condividi su:

L’Europa centrale e l’Italia, specialmente quella centrale e settentrionale, continuano a essere sotto il dominio di un forte anticiclone che dona tempo bello e caldo; residua instabilità è relegata alle estreme regioni meridionali italiane e agli appennini. Questa situazione è destinata a durare almeno fino a domenica, mentre da lunedì questa zona di bel tempo sembra verrà minata da masse d’aria più instabili in avvicinamento dall’Inghilterra.

Scendiamo ora nel dettaglio previsionale.


VENERDI
MATTINA POMERIGGO NOTTE

VENERDI - Giornata bella e soleggiata, tipicamente estiva; la residua ventilazione da est mitiga la sensazione di afa; al pomeriggio consueti innocui annuvolamenti presenti verso l’interno. Massime sui 28/30 gradi, minime intorno ai 19/21.


SABATO
MATTINA POMERIGGIO NOTTE

SABATO Ancora tempo bello fin dal mattino, dopo una notte pressochè stellata; verso mezzogiorno si nota un leggero incremento di attività nuvolosa verso l’interno, che sfocerà in temporali di calore sui monti, che non raggiungeranno, però, le nostre zone; caldo in lieve aumento, venti ancora deboli orientali; si dissolvono le nuvole a sera inoltrata.


DOMENICA
MATTINA POMERIGGIO NOTTE

DOMENICA – La zona di Alta pressione mostra qualche sintomo di cedimento, dopo una settimana di dominio sui nostri cieli; al mattino ancora tempo bello e ideale per una bella passeggiata al mare con bagno annesso, ma al pomeriggio imponenti nuvoloni si sviluppano su Gran Sasso e Majella, che tenderanno ad espandersi, al pomeriggio coprendo il sole anche dalle nostre parti; i temporali dovrebbero essere circoscritti alla pedemontana, senza raggiungere le coste. Migliora a sera, dopo il tramonto; la notte risulterà stellata. Temperature intorno ai 30 gradi la massima, minime in leggera flessione, sui 16/18 gradi. Venti deboli da est.


Tendenza per LUNEDI – Una zona di bassa pressione presente sui Balcani permette l’arrivo di aria più instabile da est, complice il temporaneo indebolimento dell’Anticiclone delle azzorre; per Lunedì quindi tempo peggiore, più grigio con possibilità di rovesci pomeridiani in seguito allo sviluppo dei soliti temporali sui monti che questa volta risulteranno più estesi. Temperature stazionarie o in lieve flessione, probabile aumento dell’umidità con sensazione di afa.

Condividi su:

Seguici su Facebook