Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La nottata: tanto divertimento nel ricordo della tradizione

Condividi su:

LANCIANO - Con il suo carico di occhi assonnati, stanchezza, ma anche la felicità per avercela fatta a stare svegli ancora una volta, si conclude anche questa nottata 2015.

E davvero è stata una nottata per tutti i gusti. Spettacoli di musica in ogni angolo di Lanciano, discoteca fino alla mattina (forse anche troppo mattina) alle Torri Montanare, le solite giostre, la prima edizione della Rievocazione Storica dell’arrivo delle Corone e infine i fuochi, veri protagonisti, incendiati dalla ditta Lanci e applauditissimi dai 1960 fortunati entri dietro le transenne della pista.

Una nottata contraddistinta da un clima gradevole e mite, giusta conclusione di un’estate rovente, che ha portato in strada, ad aspettare le fatidiche 4 di mattina, migliaia di persone che per una notte hanno lasciato a casa i problemi e portato con sé solo la voglia di divertirsi e di non far perdere la tradizione dell’apertura delle Feste di Settembre.

Già, la tradizione. Quella tradizione nata nel lontano 1833, ben 182 anni fa e che, ieri sera, grazie alla Rievocazione Storica, è rivissuta tra le vie di Lanciano ed ha animato corso Roma con un corteo storico, prima rumoroso ed improvvisato, poi solenne e silenzioso, fino all’arrivo delle Corone della Madonna del Ponte in cattedrale, accolte dall’applauso della folla.

Una nottata che, come ogni anno, non delude e lascia la certezza di quanto le tradizioni siano la base di ciò che siamo e, volenti o nolenti, le porteremo sempre con noi, come un bagaglio che, una volta tornati a casa, non si disfa. 

Condividi su:

Seguici su Facebook