Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Più di cento figuranti per la prima edizione della Rievocazione storica dell'arrivo delle Corone

Tutte le informazioni per essere in prima fila nel viaggio del tempo per ricordare com'è nata la nottata.

Redazione
Condividi su:

LANCIANO - Saranno più di cento i figuranti che domani sera, domenica 13 settembre, a partire dalle ore 22.00, prenderanno parte alla Rievocazione Storica dell’arrivo delle Corone, in occasione della nottata 2015.

La manifestazione, alla sua prima edizione, è a cura di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini per il Teatro del Sangro, con la collaborazione di Domenico Maria Del Bello, Carmine Marino e dell’associazione Il Mastrogiurato. E i veri protagonisti della serata saranno il Teatro Comunitario d’Abruzzo, ossia un gruppo di cittadini-attori impegnati nella rievocazione a cura del Teatro del Sangro/Teatro Studio, gli Sbandieratori e Musici di Lanciano e la CTT, Compagnia Tradizioni Teatine diretta dal professor Francesco Stoppa, specializzata in rievocazioni popolari dell’800 abruzzese.

In piazza Plebiscito, intorno alle ore 22.00, il sindaco De Giorgio, in carica nel 1833, impersonato dall’attore Francesco Angelucci, darà il via ad un festeggiamento improvviso dato dalla notizia dell’arrivo delle corone per la Madonna del Ponte. Ed è proprio attraverso i racconti del sindaco De Giorgio che avremo tutte le informazioni su cosa sta accadendo ed avremo l’opportunità di ricordare la storia che ha dato vita alla nottata.

Così inizieranno i festeggiamenti del popolo con canti e balli tipici dell’800 a cura della CTT e con gli spettacoli a cura degli sbandieratori. Ma questi festeggiamenti saranno ad un tratto interrotti dalla notizia, data sempre dal sindaco De Giorgio/Angelucci, che purtroppo le corone, almeno per il momento, non arriveranno. A causa del viaggio e del valore delle corone, è stato deciso di far riposare i due delegati a Castelnuovo (la antica Castel Frentano) fino al giorno successivo.

A questo punto piazza Plebiscito vedrà una vera e propria sommossa popolare che muoverà, in modo disordinato e rumoroso, su per corso Roma, rievocando appunto quello che accadde quella notte di 182 anni e l’arrivo delle corone a Lanciano.
A Santa Chiara ci saranno i due delegati con le corone che, una volta raggiunti, saranno accompagnati con un solenne corteo fino alla cattedrale della Madonna del Ponte. E a quel punto, intorno a mezzanotte e mezza, i festeggiamenti non saranno più interrotti.

“Questa prima edizione è un test anche per noi. - ha commentato il direttore delle Feste di Settembre, Stefano Angelucci Marino - Con tanto impegno e pochissime risorse siamo riusciti a mettere su quella che speriamo sarà, anche per voi, una bellissima rievocazione che possa entrare a pieno titolo nel programma del Settembre Lancianese anche negli anni a venire”.

Condividi su:

Seguici su Facebook