Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Serie B: il Pescara ora punta a una salvezza tranquilla?

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Dopo la stagione deludente dell'anno passato, alla vigilia di questo campionato di Serie B edizione 2019-2020 le aspettative attorno al Pescara del patron Sebastiani erano altissime. La squadra, allestita per puntare quanto meno alla zona playoff, non è stata in grado di dare seguito alle aspettative di inizio campionato e quando mancano cinque giornate alla fine del campionato i biancoazzurri si ritrovano pericolosamente vicini alle zone calde della classifica.

Il punto della situazione in zona promozione

La riforma del campionato cadetto di due anni fa, che ha comportato la riduzione delle squadre partecipanti da 22 a 20, ha sensibilmente innalzato il livello medio della Serie B. Tra le squadre impegnate nella lotta promozione e quelle invischiate nella lotta per non retrocedere il divario tecnico è ormai minimo e ogni singola partita viene decisa dai dettagli. In questa situazione di equilibrio generale, c’è però stata una compagine che è riuscita a dominare il campionato in lungo in largo, conducendo la classifica dalla prima all’ultima giornata. Stiamo ovviamente parlando del Benevento che, allenato magistralmente da mister Filippo Inzaghi, ha conquistato la promozione con sette giornate di anticipo grazie a un attacco stellare e a quella che a oggi è la miglior difesa d’Europa. Alle spalle dei sanniti, tuttavia, per la conquista del secondo posto tutto è ancora aperto e al 13 di luglio, dando un’occhiata alle scommesse calcio, a quota 2,40, il Crotone è dato per favorito nella lotta per la promozione diretta in Serie A, in leggero vantaggio su Spezia e Pordenone che, dal canto loro, non hanno nessuna intenzione di alzare bandiera bianca prima del previsto. I ramarri, grazie all’ottimo lavoro di mister Attilio Tesser, sono al primo campionato di Serie B della propria storia e stanno impressionando per la continuità di risultati trovata durante tutto l’arco della stagione. Nelle cinque partite che mancano da qui a fine campionato, i neroverdi saranno quindi chiamati a dare tutto quello che hanno ancora in corpo al fine di conquistare una promozione in massima serie che avrebbe del clamoroso.

In zona retrocessione tutto è ancora da decidere

Se nella parte alta della classifica la lotta è avvincente, in zona retrocessione se possibile lo è ancora di più. Partendo dal Trapani terzultimo sino ad arrivare al 12o posto attualmente occupato dal Perugia, sono ben sette le squadre racchiuse nell’arco di nove punti e l’impressione è che tutto possa ancora succedere. Negli ultimi tempi, il campionato di Serie BKT si è sempre rivelato uno dei più imprevedibili a livello europeo e anche quest’anno le cose non sono andate diversamente. Questa volta, a rendere ancora più incerta e aperta la competizione ci si è messa l’emergenza sanitaria che ha investito il nostro paese, costringendo dapprima le compagini a stare tre mesi lontano dai campi e imponendo poi che le partite si giocassero ogni tre giorni in stadi deserti. In un simile contesto, è evidente che a fare la differenza saranno la convinzione e la determinazione con cui le squadre affronteranno le cinque finali che mancano da qui a fine stagione. Per quanto riguarda i tifosi del Delfino, questa è stata sicuramente un’annata da dimenticare, con gli avvicendamenti in panchina di Zauri prima, di Legrottaglie poi e infine di Sottil che non sono bastati a invertire la rotta. Nonostante Pescara, Cremonese e Perugia abbiano iniziato il campionato con ben altre ambizioni, quando mancano cinque giornate al termine della stagione regolare è arrivato il momento di invertire la rotta e di adattarsi al nuovo contesto, al fine di evitare che una stagione negativa si trasformi in fallimentare. Oggi gli abruzzesi si ritrovano con un vantaggio risicatissimo sulla zona playout attualmente occupata da Juve Stabia e Ascoli, con questi ultimi che grazie alla vittoria interna per 3-2 contro la Salernitana sono riusciti a fare un notevole balzo in avanti in classifica e sembrano essere i più in forma tra le squadre invischiate nella lotta per non retrocedere.

Dopo più di tre mesi di stop forzato, il carrozzone della Serie B è finalmente ripartito e nelle cinque partite che mancano da qui a fine stagione le squadre saranno chiamate a giocarsi il proprio futuro. Nonostante le prestazioni poco esaltanti degli ultimi tempi, in casa Pescara regna un cauto ottimismo ma i biancoazzurri devono iniziare a dare continuità ai propri risultati quanto prima.

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK