Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

4 operazioni per un prato perfetto

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Avere il prato di casa perfettamente curato è un desiderio che sicuramente anche tu stai nutrendo. Purtroppo, avrei scoperto che prendersi cura di un tratto non è così facile come potrebbe sembrare poiché ci sono diverse operazioni da svolgere periodicamente. Per ottenere un cosiddetto prato all’inglese, ti tocca rimboccarti le maniche e metterti al lavoro: è impensabile avere un prato perfetto senza alcuna fatica. Trovi tutto quello che ti serve per il giardinaggio e non solo sul portale ideashopadria.com

Queste che seguono sono le 4 operazioni per avere finalmente un prato perfetto come hai sempre sognato che faccia invidia a tuto il vicinato.

L’esposizione al sole

Gli steli d’erba del prato sono in tutto e per tutto dei vegetali al pari di piante, fiori, alberi etc. Questo implica che per farlo crescere verde e rigoglioso, è necessario il sole. Solo con una buona esposizione al sole, si attiva la fotosintesi che fa crescere l’erba. Se l’erba diventa gialla, significa che non prende abbastanza luce solare e quindi non si attiva la fotosintesi. Oltre a preoccuparti della giusta esposizione al sole eliminando eventuali ostacoli che bloccano la luce solare, dovresti anche rimuovere tutte le erbacce.

La rasatura periodica

Un prato perfetto all’inglese va tagliato con regolarità. Il motivo è molto semplice: l’erba si infoltisce se tagliata regolarmente evitando che venga soffocata da eventuali infestanti del giardino. La rasatura può essere fatta con qualsiasi tipo di macchinario, nonostante i rasaerba elettrici restino i più pratici e utilizzati in assoluto. Di norma, bisognerebbe tagliare l’erba ogni due settimane durante la bella stagione. Invece, durante l’inverno puoi tranquillamente evitare e riposare.

Annaffiare

In tanti sottovalutano l’importanza di annaffiare regolarmente il prato. Si tratta di un’operazione che garantisce la crescita dell’erba, soprattutto dopo la semina. Per far germogliare correttamente i semi, la superficie del prato deve essere costantemente inumidita. Inoltre, durante il periodo estivo è altrettanto importante annaffiare il prato altrimenti l’erba si secca. Abbiamo già parlato in precedenza di erba gialla, ma se noti che l’erba del prato è anche secca, allora il problema è legato alla mancanza d’acqua.

Arieggiare il prato

Un’operazione che sicuramente sottovaluti per avere un prato perfetto è l’arieggiatura. Significa rimuovere lo strato di feltro e scarificare il suolo per ossigenare l’erba. Con il passare del tempo, è del tutto normale che sul prato si crei uno strato di detriti e foglie che prende il nome di feltro.  Questo deposito impedisce al prato di respirare senza permettere all’erba di crescere e sviluppare un apparato radicale profondo. Il feltro riduce la fotosintesi, impedisce lo scambio di ossigeno e ostacola la penetrazione dell’acqua. Inoltre, se il tuo prato non viene arieggiato correttamente, risemine e consumazioni non danno i risultati sperati. Ci sono degli strumenti che “pettinano” il manto erboso e tolgono il feltro. Il prato va arieggiato a settembre o anche in inverno.  Una lieve arieggiatura va fatta anche a inizio primavera, subito dopo un primo taglio, preferibilmente basso cioè ca 3 cm.

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK