Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Liceo De Titta di Lanciano e l'Istituto Comprensivo di Fossacesia insieme per parlare di “Liberazione”

I video realizzati dai ragazzi, oltre alle letture e al dibattito nei due appuntamenti nel Teatro Comunale Nino Saraceni

Condividi su:

FOSSACESIA – Giovedì 21 e sabato 23 dalle 10.00 nel Teatro Comunale Nino Saraceni le due giornate dedicate agli ideali di giustizia e libertà in occasione della Festa del 25 Aprile, organizzate dall’Amministrazione Comunale di Fossacesia insieme al Liceo Statale Cesare De Titta di Lanciano e l’Istituto Comprensivo di Fossacesia.

I saluti del Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, del Dirigente del Liceo De Titta, Daniela Rollo e del Dirigente dell'Istituto Comprensivo di Fossacesia, Silvino D'Ercole prima di iniziare la manifestazione, occasione di scambio, di incontro e di dibattito attraverso la visione dei lavori ideati proprio dai ragazzi: “Li chiamavano ribelli” – menzione speciale e medaglia d’argento nel Concorso Nazionale “Dalla Resistenza alla cittadinanza attiva” - realizzato a cura della V/Adel Liceo Economico-Sociale e V/B del Liceo delle Scienze Umane Cesare De Titta di Lanciano, viaggio poetico che, intrecciando passato e presente, attraversa la microstoria locale delle giornate lancianesi del 5 e 6 ottobre che hanno contribuito a liberare l’Italia dal Nazifascismo; “Sul filo della memoria” video realizzato dai ragazzi della Scuola Secondaria di I Grado dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia, per ripercorrere e rivivere il reale significato delle azioni compiute nel passato dai partigiani per la conquista della libertà.

Sabato 23 Aprile, sempre presso il Teatro Comunale Nino Saraceni, dopo il saluto delle autorità, gli alunni delle classi V della scuola primaria di Fossacesia leggeranno l’opera scenica “Il cagnolino partigiano” realizzata a cura di Eva Martelli, Daniele Fracassi e Maria Giovanna Fantini.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook