Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Su il sipario per la 27esima edizione di Abitare Oggi

Mobili, divani, lampadari, porte e finestre per coniugare bello e utile nella casa del nuovo millennio.

Redazione
Condividi su:

LANCIANO - Si è aperta questa mattina la 27° edizione di “Abitare Oggi, l'anima creativa del costruire” all'insegna del bello e dell'utile. Un binomio importante per una rassegna che punta a dare risposte concrete sia per quanto riguarda i nuovi spunti per rendere gli ambienti più accoglienti e confortevoli, che per la sicurezza e l'accessibilità delle costruzioni.

Nel Padiglione 2 l'atmosfera è raffinata. Ci sono mobili dalle linee essenziali e moderne che spaziano dai colori accesi come il rosso alla sobrietà del grigio, divani e poltrone studiati per assicurare il massimo del comfort, sono dei veri e propri angoli relax, materassi di ultima generazione, lampadari di tutte le fogge e materiali in grado di aggiungere un tocco speciale a ogni stanza, tende e tendaggi, la ceramica e la terracotta nello spazio riservato all'arte e all'artigianato con piatti e oggetti decorati dalla mano sapiente di artisti e artigiani, ci sono specchi e cornici, stampe d'arte, pezzi in ferro battuto che conservano ancora un indiscutibile fascino, non mancano mobili di antiquariato arricchiti da una serie di oggetti d'argento e in silver, dai candelabri, ai centro tavola, dalle tazze a bicchieri da utilizzare in particolari occasioni, per una cena importante e c'è pure uno stand  dedicato al “sound living”, speciali impianti hifi.

E come sempre un ampio spazio è occupato dai lavori degli studenti dell'Università Europea del Design che hanno realizzato delle opere d'arte in miniatura che suggeriscono soluzioni di arredo, hanno anche creato abiti originali che esprimono fantasia ed estro. In questa edizione l'omaggio è a Phlippe Starck ricordando alcune sue creazioni più significative e conosciute. Sempre nel Padiglione 2 si possono trovare uno spazio dedicato all'arredo di giardini e terrazzi, un altro alle erbe e un altro ancora alle tisane.

Il Padiglione 1 ospita come è ormai tradizione le aziende specializzate. Dai marmi al legno per le abitazioni, dagli infissi a pezzi esclusivi per l'arredo dei bagni, e ancora manufatti in cemento, porte realizzate in vari stili e di diversi colori, porte blindate e sistemi di sicurezza, porte basculanti e tende da sole, caldaie, stufe e bruciatori, gazebo in ferro battuto e vetrate artistiche. Un ampio stand è occupato dalla Ecolan che con materiale ad hoc continua nell'opera di sensibilizzazione nei confronti della raccolta differenziata.

“Abitare Oggi è dunque una vetrina completa, con proposte in grado di soddisfare gusti ed esigenze diversi. Sono oltre 100 gli espositori che hanno aderito con convinzione a questa edizione il cui filo conduttore è l'accessibilità e la sicurezza senza naturalmente trascurare il bello, l'elegante, il comfort – ha sottolineato il presidente di Lancianofiera Franco Ferrante nel corso della cerimonia inaugurale – tutti gli stand sono stati allestiti con gusto e cura. A questa parte espositiva sia affiancano convegni e laboratori  che affrontano argomenti e temi di grande attualità”. Il presidente ha pure ricordato i 250 mila euro stanziati dalla Regione e che permetteranno la riqualificazione di un padiglione che potrà essere utilizzato anche per altre manifestazioni. Il sindaco e presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo ha ancora una volta evidenziato il positivo percorso fatto in questi anni dalla Fiera di Lanciano e ritiene questa edizione di “Abitare Oggi” particolarmente importante proprio perché si sofferma su temi che riguardano la collettività “l'accessibilità, la sicurezza, la salubrità sono questioni che non possono essere ignorate e affrontarle con gli ordini professionali, con relatori qualificati, con esperti rappresenta un salto di qualità non solo per la fiera ma per l'intero comparto dell’edilizia”.

L'assessore regionale Donato Di Matteo ha ribadito che Lanciano è il Polo Fieristico d'Abruzzo. “Abbiamo iniziato un percorso che punta a valorizzare e potenziare le strutture che meritano, sono convinto che la storia di questa Fiera rappresenti la storia di questa regione e quindi anche il contributo assegnato va in questa direzione. Rispetto a questa rassegna – ha continuato Di Matteo – credo che l'edilizia nonostante la crisi sia una opportunità, ci può essere una ripresa ma va costruita non commettendo gli errori del passato. L'edilizia deve essere affiancata da una seria programmazione. La casa deve essere concepita come una struttura che deve migliorare la qualità della vita. Sicurezza strutturale e bellezza devono viaggiare insieme. Bisogna costruire in una maniera nuova, moderna. E' necessario rigenerare non solo le abitazioni ma anche i quartieri e quindi i territori e una società moderna non può e non deve trascurare l'accessibilità e l'abbattimento delle barriere architettoniche”. Tutti temi che “Abitare Oggi” affronta e approfondisce. 

Condividi su:

Seguici su Facebook