Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sabato e domenica a Lancianofiera arriva “Agrifutura"

Redazione
Condividi su:

LANCIANO - E’ cominciato il conto alla rovescia a Lancianofiera dove procedono senza sosta i lavori per l'allestimento della prima edizione di “Agrifutura”, fiera di macchine agricole, che si terrà sabato e domenica prossimi, 13 e 14 febbraio.

I giorni che precedono una fiera sono sempre caratterizzati da un clima speciale fatto di attenzione, impegno, lavoro, ma anche di tensione e un pizzico di ansia, comprensibili quando si cerca di avere tutto sotto controllo e di curare ogni dettaglio. Se si considera che stavolta le fatiche sono dirette all'organizzazione di una rassegna nuova si capisce che l'impegno si moltiplica. Comunque le premesse ci sono per centrare gli obiettivi sperati. “Agrifutura” nasce, come ha pure sottolineato il presidente di Lancianofiera Franco Ferrante, “per rispondere alle richieste degli operatori del settore agricolo che da tempo auspicavano una rassegna specializzata che si tenesse proprio in questo periodo, ritenuto più favorevole rispetto a quello tradizionale della Fiera dell’Agricoltura”.

E in effetti “Agrifutura” sembra avere tutte le carte in regola per diventare un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni. Si tratta di una rassegna che privilegia la specializzazione e quindi nei due padiglioni troveranno spazio i mezzi, i sistemi, le attrezzature e le macchine all'avanguardia, tecnologicamente avanzati. In mostra ci sarà il meglio delle attrezzature per la coltivazione dei terreni e quindi il pubblico sarà composto soprattutto da operatori del settore, da gente competente e qualificata, ma sicuramente non mancheranno quei visitatori che scelgono la passeggiata in fiera, come una sorta di irrinunciabile tradizione a prescindere dalle proposte e dai prodotti in esposizione.

Un esempio è proprio la Fiera dell'Agricoltura che da oltre mezzo secolo accoglie decine di migliaia di visitatori, tra questi sono tanti quelli che non hanno terreni da coltivare ma desiderano conoscere i cambiamenti e le evoluzioni di un mercato che è entrato a far parte del quotidiano di tutti, perché, lo ribadiamo, non si può pensare e sperare in un prodotto di qualità se non si punta a un'agricoltura di qualità, ovvero a una coltivazione intelligente, lungimirante e non invasiva.

Il sipario si alzerà su “Agrifutura” sabato 13 febbraio, la cerimonia inaugurale si terrà alle 11.00 e darà ufficialmente il via a questa prima edizione.

Gli orari della rassegna sono dalle 9.00 alle 19.00, l'ingresso è gratuito.

Condividi su:

Seguici su Facebook