Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pista ciclabile in via del Mare: Valente risponde al fronte del no

Il vicesindaco risponde alle 2500 firme contrarie spiegando tutto ciò che accadrà con i lavori.

Condividi su:

LANCIANO - “Solo a Lanciano può nascere il fronte del no alla riqualificazione di un intero quartiere… incredibile  ma vero!”. Così Pino Valente, vicesindaco e assessore alla mobilità e traffico ha commentato quanto sta accadendo nell’imminente avvio dei lavori per la pista ciclabile in via del Mare. Residenti e soprattutto commercianti si raduneranno infatti oggi pomeriggio, giovedì 18 novembre, nella sede di Casartigiani per parlare di ciò che non condividono. Il punto del progetto di riqualificazione che si contesta è l’istituzione del senso unico di marcia, in uscita (verso San Vito Chietino) su via del Mare ed in entrata (verso il centro città) su via Panoramica.

I commercianti della zona hanno già raccolto 2500 firme contro la pista ciclabile chiedendo, invece, una riqualificazione generale del quartiere.

Ed è proprio su questo punto che risponde Valente. “Sto portando avanti un progetto di riqualificazione di una delle porte di ingresso della città - afferma - di un intero quartiere di Lanciano”. E prosegue elencando cosa comporteranno i lavori.

“Il progetto - prosegue Valente - prevede per via del Mare e via Panoramica: marciapiedi a norma per oltre 1800 metri, più posti auto per parcheggi, una nuova illuminazione pubblica, asfalti nuovi, sensi unici e pista ciclabile”.

E ricorda come il progetto, per un investimento complessivo di 800mila euro, sia finanziato per 600mila euro dalla Regione Abruzzo, grazie ad un progetto per la realizzazione di piste ciclabili.

“A tutto questo qualcuno ha il coraggio di dire no - conclude l’assessore - senza parole nel vedere come si giochi con la paura al cambiamento di poche persone ma rumorose. Noi andiamo avanti perché abbiamo una grande ambizione: cambiare in meglio la nostra Lanciano!”.

Condividi su:

Seguici su Facebook