Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Bando di ferragosto: Tonia Paolucci accusa la maggioranza di prendere in giro la città

Redazione
Condividi su:

LANCIANO - A pochi giorni dall’assegnazione allo studio Di Biase del famigerato “bando di ferragosto” che per settimane ha tenuto banco nel dibattito politico lancianese, si fa sentire anche la minoranza.

“A questo punto viene da pensare che i 'distinguo' di Progetto Lanciano, del vice sindaco Pino Valente e del capogruppo Giacinto Verna, siano stati legati solo a ragioni di opportunità politica, perché non mi sembra si siano attivati per riaprire i termini del bando, o se l’hanno fatto, non hanno ottenuto alcun risultato”. E' il commento della consigliera comunale di minoranza Tonia Paolucci, che a seguito delle esternazioni del gruppo di Pino Valente e dell'aggiudicazione dell'incarico per “servizi di architettura e ingegneria relativi a lavori di riqualificazione urbana nel quartiere Santa Rita”, torna sul bando in questione.

"Non sta a me giudicare i punteggi assegnati ai progetti e la graduatoria definitiva - precisa la Paolucci - sicuramente la commissione avrà operato nella massima correttezza e la decisione su eventuali ricorsi spetta esclusivamente agli esclusi. Quello che non posso non stigmatizzare è però l'aspetto politico di quanto accaduto: con un PD che difende a spada tratta l'operato dell'assessore Sasso e che cerca di giustificare, senza riuscirci, la scelta di pubblicare il bando a Ferragosto e per un tempo limitatissimo. E con Progetto Lanciano, - prosegue la consigliera  - altro pilastro della maggioranza che sostiene il sindaco Pupillo, che prova invece a defilarsi almeno pubblicamente, salvo poi non fare nulla per riaprire i termini dell'avviso".

Per Tonia Paolucci o la maggioranza non è così solida come il primo cittadino e i suoi vogliono far credere ai lancianesi, oppure si è trattato solo di un goffo tentativo di creare confusione e mandare avanti lo stesso l'iter. "In entrambi i casi - conclude l'esponente della minoranza - il risultato non cambia: questa maggioranza prende in giro la città".

Condividi su:

Seguici su Facebook