Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Un documento per chiedere più centralità, e nuovi strumenti, per l'ospedale di Lanciano e per tutta la sanità frentana

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

LANCIANO - A seguito del consiglio comunale di venerdì scorso sulla sanità locale, ed in particolare modo sulla possibilità di un nuovo ospedale a Lanciano, la maggioranza ha approvato un documento che chiede all’assessore Silvio Paolucci, ed alla regione, di tornare a dare un ruolo di primaria importanza al presidio lancianese, per la sanità abruzzese.

 

Di seguito l’intero documento:


 

Il Consiglio comunale di Lanciano segnala le problematiche inerenti l’ospedale Renzetti di Lanciano edel nostro territorio più volte messe in luce in questianni e negli ultimi mesi con interventi rivolti alla Regione e alla Direzione Aziendale. Il Consiglio comunale ha raccolto lesegnalazioni di disservizi e carenze che ancora gravano sul nostro Ospedale e nel sistema sanità, espresso dai cittadini, singolarmentee riuniti in associazioni di pazienti e da operatori della sanità.La salute dei nostri cittadini è un bene inalienabile e pertanto èopportuno e necessario monitorare attentamente le esigenze e lecarenze del territorio.
Il Consiglio comunale ha ottenuto ladisponibilità dell’Assessore Regionale Silvio Paolucci che haeffettuato, nei mesi scorsi, due lunghe e approfondite valutazionidel nostro ospedale. Le visite hanno determinato l’avvio di unpercorso di ottimizzazione dei servizi e il contrasto alle carenzestrutturali, tecnologiche che insistono da anni sull’ospedaleRenzetti e sulla medicina di Territorio.
Il Consiglio comunale del 19 giugno2015, svoltosi alle ore 17, nella sala consiliare Falcone eBorsellino, alla presenza dello stesso Assessore Regionale allaSanità Silvio Paolucci, evidenziato che:
i problemi della sanità frentana vengono da lontano ed in particolare dalle scelte della Giunta regionale del governo Chiodi che hanno penalizzato l’ospedale Renzetti con il declassamento di Unità Complesse in Unità Semplici, c’è stato il taglio di 10 milioni di euro per l’ammodernamento del blocco materno-infantile, il taglio dei posti letto, il mancato investimento sia per l’ammodernamento tecnologico degli strumenti diagnostici che per il miglioramento della degenza ospedaliera ha penalizzato i malati frentani, infine, l’accorpamento della Asl Lanciano-Vasto in Asl Chieti
CHIEDE
al Sig.r Sindaco dott. Mario Pupillo difarsi portavoce di questi impegni:
lo sblocco dei fondi dell’art. 20 della legge 67/1988 per la costruzione del nuovo ospedale con attivazione di tutte le procedure necessarie alla realizzazione del stesso presidio;
la classificazione dell’ospedale civico “Floraspe Renzetti” nell’ambito della rete ospedaliera regionale quale presidio di 1^livello;
la conferma e il potenziamento delle attuali UU. OO.CC., le UU.OO.SS e le UU.OO.SS.DD e nel prossimo futuro la dotazione di struttura di emodinamica;
l’abbattimento delle liste di attesa e il potenziamento del CUP;
investimenti sull’adeguamento tecnologico delle apparecchiature diagnostiche del Renzetti;
investimenti sull’ammodernamento dei reparti;
nuovo personale medico e paramedico.
Nel contempo il Consiglio comunalesegnala le ataviche carenze strutturali, tecnologiche e di personaleche affliggono cronicamente il Renzetti. Nell’ordine sievidenziano:
Carenze di personale medico ed infermieristico in vari reparti che devono essere corrette con urgenza in quanto le prossime ferie porteranno a gravi carenze assistenziali in ambito anestesiologico, chirurgico e medico, nei servizi ambulatoriali.
La necessità che si attivino al più presto 8 posti letti in PS, posti letto che hanno origine dalla rimodulazione di posti letto dell’oncologia e si acceleri la riqualificazione dell’ala vecchia del PS.
La realizzazione di lavori di ammodernamento della UU.OO.CC. di unità intensiva di Cardiologia
La realizzazione dei lavori dell’UU.OO.CC. di Chirurgia e nel UU.OO.SS. di Geriatria e Lungodegente.
La realizzazione dei lavori presso UU.OO.CC di Ginecologia
La necessità che siano acquisiti tre ecografi per la Ginecologia, la Medicina nucleare e la Medicina generale
La normalizzazione del servizio di Mammografia
La necessità di riattivare il “repartino” della Chirurgia per day hospital e visite ambulatoriali.
Ottimizzare il servizio CUP
Ottimizzare le procedure dell’Oncologia per la somministrazione di chemioterapia in tempi e modalità adeguate
Risolvere gli aspetti logistici inerenti la Guardia Medica interna
Per quantoriguarda il Territorio e Distretto sanitario segnaliamo le seguentinecessità:
La riorganizzazione della Rete Emergenza Urgenza 118
Ottimizzazione della Assistenza Domiciliare Integrata
Costituzione della commissione IVM per valutare appropriatezza dei servizi erogati
Acquisto ecografo ecocolor doppler per distretto Sanitario
Possibilità di prescrivere farmaci per l’Alzheimer
Reintegro della specialistica di Oculistica
Il Consiglio comunale prende attodell’impegno dell’Assessore alla Sanità Paolucci per quanto giàattivato e realizzato in questi mesi, ma ritiene necessario che laRegione attivi un continuo ed efficace monitoraggio delle attivitàsanitarie, tese a migliorare la qualità dei servizi sanitari edattenuare i disagi dei cittadini che si rivolgono al Renzetti e alDSB.
Convinti che la grave crisi economicain cui versa la nostra Regione ed il commissariamento ereditato possano essere risolte da azioni politiche amministrative virtuose,il Consiglio Comunale chiede all’assessore Silvio Paolucci di voleraffrontare le problematiche segnalate con tempestività e condeterminazione per il bene dei nostri cittadini e per contribuire araggiungere un servizio di qualità ed eccellenza.

Lanciano 19 giugno 2015

Redazione

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK