Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Liceo Scientifico: i ragazzi protestano contro la gestione della scuola

Da oggi si parte con l’autogestione

Condividi su:

LANCIANO - Inizia la stagione delle proteste nelle scuole. E a Lanciano è partita dal Liceo Scientifico Galilei. I ragazzi, questa mattina, sono prima rimasti fuori dai cancelli e poi hanno iniziato autogestione, per far sentire la loro voce.
 “Noi non vogliamo fare giorni o settimane di vacanza, vogliamo solo protestare contro quello che non va” ci hanno detto i ragazzi. E quello che non va parte da lontano, dal progetto “La buona scuola” del governo Renzi che sembra non rappresentare gli studenti, dallo Sblocca Italia che apre le porte alle trivellazioni anche in Abruzzo, e arriva fino a Lanciano, per problemi interni alla scuola.

“Protestiamo contro una gestione della scuola che non ci piace - ci hanno spiegato dei ragazzi, in chiara contrapposizione con la dirigenza scolastica - ci sentiamo oppressi, non rappresentati e non ascoltati”. Sembrano quindi non correre buoni rapporti tra gli alunni del Galilei e la presidenza e sarebbe questa la causa principale della protesta.
 "Abbiamo fatto molte riunioni, anche per parlare dell’arbitraria decisione di cambiare alcuni professori a inizio anno scolastico, ma senza risultati” ci hanno raccontato i ragazzi.
 Nei prossimi giorni si proseguirà con l’autogestione, con dei corsi creati ad hoc e con la ricerca di sanare questi “rapporti ostili” per ricreare un clima meno teso e di vera collaborazione tra tutte le parti in causa.

Condividi su:

Seguici su Facebook