Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La città che può cambiare: il parcheggio di Via per Frisa

Da luogo di transito a luogo di aggregazione?

Condividi su:

Lo scorso Giugno la ZTL nei quartieri Borgo e LancianoVecchia ha reso il parcheggio in Via Per Frisa di interesse strategico per il funzionamento e la riuscita del provvedimento di restrizione al traffico veicolare.
La struttura è dotata di molti posti auto ma mai è entrata nel cuore dei cittadini, restii a lasciarvi l'auto soprattutto nelle ore notturne. L'ascensore che garantisce l'accesso a LancianoVecchia ha avuto periodici malfunzionamenti durante i mesi estivi ma nelle ultime settimane ha dimostrato di essere in grado di reggere i ripetuti viaggi verso la parte alta della città.

Il Comune ha potenziato la struttura già esistente per rendere alla città un servizio di qualità: le criticità ravvisate dagli abitanti, e che sembrano in via di miglioramento, riguardano i già citati guasti dell'ascensore (risalire le numerose rampe di scale è un esercizio quasi impossibile per anziani e diversamente abili) e la mancata vigilanza nelle ore notturne (il servizio di custodia dell'ascensore e delle scale è stato potenziato ed è garantito fino alle ore 24).

Negli ultimi tempi si è parlato di fornire l'area di colonnine per l'elettricità a favore di camper e roulotte a fronte di una quota da pagare per la sosta ma ad oggi i lavori non sono ancora partiti.

Un ulteriore passo in avanti per migliorare il luogo potrebbe essere la messa in moto di un'attività che possa rendere il parcheggio un luogo non solo di transito ma anche sociale: ad oggi la piazza sul lato del parcheggio, intitolata a Francesco Ferdinando Alfieri, è usata periodicamente dall'associazione Sbandieratori e Musici di Lanciano. Inserire un'attività nel contesto (Una bocciofila? Un chiosco per la vendita di giornali?) renderebbe il posto fruibile dai lancianesi e di fatto aiuterebbe a collegare la città vecchia con le contrade limitrofe.

Condividi su:

Seguici su Facebook