Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Comune annuncia una riduzione delle imposte per oltre un milione di euro

Redazione
Condividi su:

“Vogliamo dare un messaggio positivo alla città, annunciando una riduzione delle tasse per oltre un milione di euro, ottenuta grazie al lavoro svolto negli ultimi due anni di revisione della spesa pubblica” ha annunciato oggi il sindaco Mario Pupillo. Si è riusciti ad ottenere questo risultato agendo sulla Tari, la nuova tassa sui rifiuti, sull’Imu e sulla Tasi, la tassa sui servizi indivisibili.

Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti la riduzione del costo del servizio è di 400 mila euro, per una riduzione media generale dell’8%. “Abbiamo introdotto agevolazioni – spiega l’assessore alle Finanze Valentino Di Campli – sia per le utenze domestiche sia per quelle non domestiche, seguendo il principio della Tari che prevede che chi più inquina più paga. Per le utenze domestiche il calcolo delle agevolazioni è stabilito in base a 6 fasce che si differenziano in base al numero di residenti presenti in ogni abitazione.” Per le utenze non domestiche le agevolazioni interesseranno in particolare attività industriali e artigianali e alberghi, con un risparmio rispetto al passato di circa il 20%.

Parlando di Imu, l’aliquota passa da 0,96 a 0,92 per tutte le attività commerciali, artigianali e alberghi. Altra novità per i residenti che abitano in case appartenenti a parenti in linea retta (per esempio il figlio che abita nella casa di proprietà del genitore): non viene più applicata l’Imu come seconda casa bensì la Tasi. Agevolazione anche per i terreni edificabili per i quali l’aliquota passa da 1,06 a 0,90.

Per la Tasi il Comune ha scelto un’aliquota dell’1,9 per mille (su un massimo di 2,5) che porterà ad un risparmio per i contribuenti di 650 mila euro rispetto al 2012. “Sono state introdotte delle agevolazioni per un valore complessivo di 738 mila euro, che verranno ridistribuiti per mitigare gli effetti iniqui della Tasi – sottolinea Di Campli – scaglionandole per fasce di rendita catastale”.

Risultati importanti secondo l’assessore alle Attività Produttive e Turismo Pino Valente, per l’attenzione al settore alberghiero e alle attività produttive, che ha parlato di “una manovra che tiene in considerazione il momento congiunturale”. Davide Caporale, consigliere e presidente della Commissione Bilancio, ha espresso soddisfazione per il “cambio di passo” dell’Amministrazione testimoniato da questa manovra.

Condividi su:

Seguici su Facebook