Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La sfida della convivenza: l'uomo e il lupo insieme

Dalla prevenzione alla coesistenza: come gestire gli avvistamenti e promuovere un equilibrio con il lupo

Condividi su:

All’indomani dell’aggressione da parte di un lupo ai danni di una donna, che stava passeggiando con il proprio cane di piccola taglia, nel centro abitato di Palombaro abbiamo contattato una persona esperta per capire come comportarci in caso di avvistamento. 

Siamo tornati ad affidarci per trattare l’argomento alla Professoressa Filomena Ricci, laureata in scienze ambientali con tanto di Dottorato di ricerca e due master, delegata abruzzese del WWF e direttrice dell’Oasi naturale delle Gole del Sagittario

Abbiamo fatto alla dottoressa tutte le domande più difficili sull’argomento, lei ci ha risposto con grande precisione. 

“Il Lupo è una specie in espansione e non è raro avvistarlo anche a bassa quota, in aree collinari e fino a livello del mare e in prossimità dei centri abitati.  – ci spiega la professoressa Ricci - Purtroppo, può essere presente anche il fenomeno dell'incrocio tra Lupo e cane domestico che rappresenta una minaccia per la conservazione della specie, alcuni degli esemplari che si osservano in natura sono dovuti a incroci. È difficile distinguere se i danni al bestiame siano effettivamente causati dal Lupo.”

Per questo è importante non lasciare cibo o spazzatura organica a terra vicino alle abitazioni, per non attirare lupi ed altri animali selvatici, portare sempre i propri cani a guinzaglio e non lasciarli liberi o incustoditi durante la notte.

Come dobbiamo comportarci quando ne vediamo uno? “Quando si incontra un animale selvatico è sempre bene rimanere a distanza, non avvicinarsi all’animale, non lanciare oggetti.

Nei centri urbani è bene ricoverare in modo corretto animali domestici e d’affezione, non lasciare del cibo (spazzatura o altre fonti trofiche come cibo per cani e gatti) vicino alle abitazioni perché potrebbero attirare i lupi. Quando si porta il cane a spasso è bene tenerlo a guinzaglio e non lasciarlo libero o incustodito durante la notte. “

Dobbiamo aver paura di andare nei boschi del nostro territorio? “Non direi di dover temere quando andiamo nei boschi, l'incontro con un animale selvatico è sempre una forte emozione, bisogna però saper mantenere alcuni accorgimenti.”

Abbiamo detto che bisogna tenere il giusto comportamento ma cosa vuol dire? “Non abbondare i sentieri segnati, in caso di avvistamento, rimanere più distanti possibili, evitare l'incontro ravvicinato, non andare incontro all'animale né voltargli le spalle. 

I lupi si accorgono molto prima di noi della nostra presenza e tendono quindi ad allontanarsi, non bisogna inseguirli. In caso di incontro molto ravvicinato con il Lupo, può essere utile fare un po' di rumore tipo battendo le mani per allontanarlo. 

Non abbiamo esitato a rivolgere le domande più scomode alla dottoressa. Affrontando anche il tema dei risarcimenti.”

 Cosa succede quando un capo di bestiame viene predato dai lupi? “È necessario fare richiesta per il risarcimento del danno, i tecnici effettueranno il sopralluogo per accertare la predazione del lupo dopodiché partirà l’iter per il risarcimento.  

I danni verranno risarciti dal parco se si è all’interno di un parco o dalla Regione. Generalmente i parchi sono più rapidi nel risarcire il danno delle regioni.

La prevenzione rimane sempre la soluzione migliore ci dice la delegata del WWF; è possibile installare recinzioni elettrificate per proteggere gli animali e i loro ricoveri inoltre può essere d’aiuto avere dei cani da guardiana.”

Qui per noi, come si suol dire, cascava l’asinoNon è assolutamente facile economicamente per gli allevatori e pastori dotarsi di queste protezioni avendo tanti costi da sostenere.

Ci è stato, però, spiegato che ci sono moltissimi canali di finanziamento a cui possono ricorrere gli allevatori: finanziamenti statali ed europei. Inoltre, in molte oasi e parchi è possibile ottenere recinzioni elettrificate in comodato d’uso gratuito dal WWF.

In conclusione, il lupo svolge un ruolo fondamentale nel controllo della popolazione dei cinghiali e di altri animali selvatici, che possono rappresentare una minaccia per le colture e la sicurezza stradale. Il lupo, come predatore naturale, contribuisce a mantenere l'equilibrio degli ecosistemi, limitando la proliferazione di queste specie. 

Comprendere l'importanza di questo ruolo ci aiuta a valutare il lupo non solo come una potenziale fonte di preoccupazione, ma anche come una risorsa per la riduzione dei rischi che derivano dalla diffusione incontrollata di tali animali. Riconoscere il valore ecologico del lupo ci permette di adottare una prospettiva più equilibrata e consapevole, promuovendo la coesistenza tra uomo e natura.

Condividi su:

Seguici su Facebook