Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ricetta del giorno: gli Uccelletti di S. Antonio

I dolcetti abruzzesi, tipici del mese di gennaio...

Condividi su:

Oggi proponiamo la ricetta degli : "Uccelletti di S.Antonio".

Questi dolcetti per tradizione, venivano offerti ai cantori che giravano di casa in casa, narrando episodi della vita del Santo, accompagnandosi con strumenti come la "du botte " ed altri...

Sono originari della zona del Teramano, ma prodotti in tutto il territorio regionale.

Il loro nome, deriva dalla loro forma, che riproduce appunto il profilo di un uccellino.

Questi dolcetti, sono strettamente legati alla festa di S.Antonio Abate, protettore degli animali domestici, del bestiame, dei raccolti e delle malattie della pelle .

Questa festa religiosa, molto sentita in Italia, cade il 17 gennaio e in questo giorno è usanza  portare i propri animali a ricevere la benedizione dal Parroco per intercessione del Santo.

S.Antonio Abate, proveniva da una famiglia ricca e dono' tutti i suoi averi  ai poveri, poi si ritirò in preghiera nel deserto di  Tebaide.

I suoi seguaci ( la confraternita degli Antoniani), si occuparono della costruzione di un ospedale per la cura dei malati. Fu così che la confraternita, divenne l' Ordine Ospedaliero degli Antoniani..

Ma torniamo a noi ed andiamo a vedere come si preparano questi deliziosi dolcetti!

 

                   ----Ingredienti---

 

Per la pasta:

2 tuorli d'uovo

1tazzina da caffè di olio e.v.o.

2 tazzine da caffè di vino bianco

2 cucchiai colmi di zucchero

1 cucchiaio di strutto

1 cucchiaino di lievito

400/500 gr. di farina ( secondo quanta ne raccoglie l' impasto)

Preparazione:

Disporre a fontana la farina e partendo dalle uova, inserire tutti gli ingredienti.

Lavorare l'impasto, lasciandolo morbido.

Fare riposare per 15 minuti

 

Ingredienti per il ripieno:

100 gr. di mele cotte ( o mosto cotto)

200 gr. di marmellata d' uva

50 gr. di mandorle tostate e tritate

50 gr. di cioccolato fondente

1 buccia d' arancia grattugiata

1 cucchiaino di cannella

Un po' di liquore per ammorbidire il composto ( oppure Rhum)

                     --- Preparazione---

Dopo aver fatto riposare l' impasto, tirare la sfoglia ottenendo uno spessore di circa 3mm e farcirla centralmente con il ripieno ( stesso procedimento dei ravioli), fare incisioni verticali con il coltello ( rappresenteranno il piumaggio) e aggiungere un pezzettino di cioccolata ( che sarà l'occhietto dell' uccellino)

Cuocere a 160°/180° per circa venti minuti...

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook