Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La musica degli Arual Band al Fenaroli per una serata di beneficenza

Il gruppo ortonese supporta l’iniziativa del club satellite Lions Club New Generation di dare “due occhi a chi non vede”.

Condividi su:

LANCIANO - Donare un cane guida ad un non vedente della zona, è questo l’obiettivo della serata di beneficenza “Due occhi per chi non vede” organizzata dal Club satellite Lions Club New Generation di Lanciano, in programma per il prossimo venerdì 15 gennaio, alle ore 21.00, presso il teatro Fenaroli.

La serata sarà a base di musica e divertimento con il gruppo ortonese Arual Band, gruppo già noto al pubblico frentano per una performance lungo corso Trento e Trieste durante la Nottata in occasione delle ultime Feste di Settembre, che suonerà pezzi del cantautorato italiano dagli anni ’50 ad oggi, da De Andrè, a Mannarino, passando per Capossela.

Il pubblico, grazie a offerte libere ed anonime, potrà assistere allo spettacolo degli Arual Band e soprattutto contribuire alla buona causa promossa dal Club satellite Lions Club New Generation, dando un cane guida a chi ne ha davvero bisogno. Uno dei servizi di cani guida per ciechi più importanti ed autorevoli è nato proprio grazie all’interessamento dei Lions a fine anni ’50 e da lì sono stati donati oltre duemila cani in tutta Italia proprio dai Lions Club.

Al classico Lions Club di Lanciano è stato affiancato il club satellite New Generation di cui fanno parte giovani donne e uomini tra i 28 ed i 42 anni e che, grazie ad iniziative come quella della prossimo venerdì, si propone di portare avanti i fini umanitari e sociali tipici dei Lions.

“Abbiamo cercato di organizzare una serata coinvolgente e solidale, nonostante i pochi fondi - ha commentato il presidente New Generation, Francesco Di Muzio - e ci auguriamo che il pubblico ci ripaghi facendo registrare il sold out al Fenaroli, per un gruppo davvero di livello e, soprattutto, per un fine nobile: dare due occhi a chi non vede”.

Condividi su:

Seguici su Facebook