Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Casa Abruzzo saluta l'Expo con la presenza di tanti lancianesi

La musica delle Terre del Sud, il teatro di Stefano Angelucci Marino e lo show cooking di Davide Rapino scelti tra le eccellenze per chiudere l'esperienza abruzzese a Milano.

| di Martina Luciani
| Categoria: Curiosità e varie
STAMPA

Scende oggi, giovedì 29 ottobre, il sipario su Casa Abruzzo, la location di via Fiori Chiari a Brera per sei mesi punto di incontro e riferimento delle eccellenze abruzzesi e oggetto di polemiche per gestione e riuscita. Oggi sarà l'ultimo giorno milanese di Casa Abruzzo con una serie di eventi su via Fiori Chiari e all'interno della struttura. Un programma ricco e per tutti i gusti animato da realtà che rappresentano il nostro territorio e tra cui spiccano molti lancianesi.

Si parte alle ore 15.00 con l'associazione Abruzzese e Molisana e la musica delle lancianesi Terre del Sud. A seguire Pixie Promotion presenta “Abruzzonatural.com", sapori e saperi d'Abruzzo a portata di click. Alle ore 16.00 circa, l'associazione del peperoncino piccante di Filetto presenta il festival che da qualche anno attrae tanti turisti.

Alle ore 17.00 darà la volta di "Arturo lo chef" di e con Stefano Angelucci Marino, che racconterà la storia di Arturo, un ragazzo che dall'Istituto alberghiero di Villa Santa Maria, sognando di diventare un grande chef, arriverà a lavorare in uno dei più famosi ristoranti di Los Angeles.

E poi ancora Casa Abruzzo vedrà la nascita del Virtus Lanciano club Lombardia Carlo Mammarella alla presenza del direttore sportivo Luca Leone.

Alle ore 18.00 il momento più importante con la consegna del premio "L'Abbruzzes' sott' la Madunina" 2015 quest'anno assegnato, dal direttivo dell'associazione, al colonnello Alessandro De Angelis comandante provinciale dei Carabinieri di Varese. Poi ancora musica e lo show cooking dello chef lancianese Davide Rapino.

All'esterno di Casa Abruzzo dalle 17.00 Peppe Millanta e i Balkan Bistrò, gruppo abruzzese piazzatosi al primo posto nella rassegna concorso del Ferrara Busker's Festival, la più grande manifestazione al mondo dedicata all'arte e alla musica di strada. Un traguardo importante per questo gruppo che vanta già un curriculum importante. Con loro, sempre all'esterno, i Maccabarri, gruppo della tradizione abruzzese per una contaminazione fra tradizione e modernità.
E poi il giovane musicista di Atri, Andrea Spada, appassionato di percussioni, famoso per l'utilizzo anche del "Caisa Drum", strumento musicale o disco sonoro in acciaio e legno, simile ad un fungo, che emette suoni molto particolari, ideali per la musicoterapia e la meditazione.

Tanti appuntamenti, per un pomeriggio ricco, in cui Lanciano la fa da padrona.

Martina Luciani

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK