Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ancora una sconfitta per la Virtus

Sotto di due gol a Cesena

| di Giampiero Cancelli
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
Foto virtuslanciano.it

La Virtus Lanciano era di scena al Manuzzi di Cesena dove ha maturato la quinta sconfitta stagionale. La gara valida per l'undicesimo turno di andata è stata arbitrata dal Signor Saia coadiuvato da Soricaro e Del Giovane, 4° ufficiale Mei.

D'Aversa ritrova Aquilanti che rientra dall'infortunio di qualche settimana fa e Mammarella reduce dalla squalifica rimediata a Brescia.

PRIMO TEMPO: pronti via è la Virtus Lanciano che gestisce il primo pallone ma Aquilanti pasticcia in difesa e Ciano fa tremare la porta di Aridità, stampando un tiro violento sul palo. Ma questo è solo l'inizio, infatti al minuto 3 Renzetti crossa per Ragusa che fa impennare il pallone ma l'estremo difensore rossonero è attento e blocca. Minuto 8° è ancora Cesena che con con Sensi che  prova un sinistro all'altezza della lunetta ma la conclusione finisce alta. La partita cambia al minuto 27° quando Perico su assist di Renzetti porta in vantaggio i padroni di casa. Dunque partita subito in salita per la Virtus Lanciano. Gli ospiti si svegliano quasi alla fine della prima frazione di gioco, precisamente al minuto 43°, quando Paghera prova un destro da fuori area che termina fuori. Poco dopo è Piccolo che  prova ancora da fuori ma la conclusione finisce deviata in angolo. Poi è ancora la Virtus che prova a ruggire con Mammarella che su corner manda a vuoto Gomis, per fortuna Capelli ci mette una pezza .

SECONDO TEMPO: anche nella ripresa tanto Cesena. Minuto 53° di gioco la Virtus si avvicina ancora al pareggio con un cross basso di Mammarella verso  Ferrari posizionato al limite dell'area piccola ma la conclusione finisce oltre la  traversa. Qualche minuto dopo esattamente al minuto 56° D'Aversa fa uscire Di Francesco per Marilungo che torna dopo un anno al Manuzzi ma da avversario. Intanto è ancora la Virtus che prova a farsi vedere con Piccolo che crossa per Di Cecco che spreca l'ennesima occasione per il pareggio. Il Cesena intanto sostituisce Ragusa per Garritano, proprio lui concerta un'azione con Ciano che di poco manda la palla a lato. Quando siamo giunti al minuto 70° di gioco il Cesena scrive la parola fine raddoppiando con Renzetti ed è 2 – 0 . D'Aversa prova a mettere Lanini al posto di Di Cecco ma Drago che oramai vede la vetta solitaria della classifica inserisce Cascione al posto di Snsi. Agli sgoccioli gli ospiti partono in contropiede con ZE' Eduardo innescato da Amenta ma viene fermato. D'Aversa manda a riposo Piccolo per Di Matteo, cosi come Drago mette Djuric per Succi. Dopo i tre minuti di recupero Saia manda tutti negli spogliatoi decretando il primo posto in classifica per il  Cesena e una discesa vertiginaosa per la Virtus Lanciano.

Giampiero Cancelli

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK