Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Oggi si festeggia San Davide, il profeta re che sconfisse Golia

Condividi su:

Oggi si celebra la memoria di una delle figure più conosciute non solo nel mondo cristiano ma anche nella religione ebraica. La sua storia si intreccia tra la religiosità, ampliamente raccontata nelle scritture sacre, e la narrazione.

San Davide nacque dalla stirpe di Giuda, ultimo figlio di Iesse. Quando il re Saul venne ripudiato da Dio, il profeta Samuele venne mandato a Betlemme per ungere con l’olio santo Davide, colui che sarebbe divenuto il nuovo re.  

Nell’Antico Testamento si racconta uno degli episodi più significativi della sua vita. Al tempo gli ebrei conducevano una lotta contro i filistei guidati dal gigante Golia che per quarant’anni sfido il popolo di Israele. San Davide si recò nell’accampamento e sentendo ancora le minacce del gigante decise di affrontarlo, senza armatura ma con cinque pietre e una fionda. Golia appena lo vide, lo derise ma San Davide lo colpì al centro della fronte con una sola pietra che lo fece cadere a terra, si diresse verso di lui e con la sua stessa spada lo decapito.

Davide, a causa della crescente fama, fu costretto a fuggire dalle ire di Saul ma, nonostante tutto, quando terminò tutta la sua dinastia, San Davide venne eletto re d’Israele e della Giudea. Portò a Gerusalemme l’Arca dell’Alleanza che rimase, per volere di Dio, nella tenda da lui innalzata nell’accampamento per tutta la durata del suo regno e che venne spostata solo per la costruzione del Tempio di Salomone per perpetuare la dinastia da cui nacque Gesù.

Auguri di buon onomastico ai nostri lettori che portano il nome di questo grande personaggio, dall’ ebraico significa “amato” o “diletto”.

 

Vuoi pubblicare i tuoi auguri per compleanni, nascite, matrimoni su www.lancianonews.net?
Registrati cliccando su questo link e inserisci autonomamente messaggio e foto.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook