Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

“Gramburger” il franchising ideato a Lanciano procede verso nuovi affiliati

Rocco e Pietro: “L’interesse per l’iniziativa da parte degli imprenditori del settore gastronomico è molto forte”

| di Redazione
| Categoria: Curiosità e varie
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO – Un buon risultato conquistato a pochi mesi dal lancio del franchising nato a Lanciano, un’idea di Rocco Finardi e Pietro Brighella per nuovo concept di fast food nostrano che riprende la tradizione del cibo veloce americano, ma che punta a portare in tavola solo prodotti del made in Italy.

Primi sopralluoghi per i primi affiliati, già a Chieti, Pescara e Vasto, mentre sono già arrivate richieste dal territorio abruzzese e qualcuna anche da Lucca, Bergamo, Milano, Inghilterra e Spagna.

I due ideatori del progetto esprimono soddisfazione personale, “Stiamo lavorando incessantemente per stabilire quali saranno i primi punti Gramburger. Abbiamo già fatto diversi sopralluoghi e ne faremo altri anche fuori dall’Italia. L’interesse per l’iniziativa da parte degli imprenditori del settore gastronomico è molto forte e questo ci entusiasma davvero tanto”.

“Ad ottobre – aggiungono – partirà la campagna pubblicitaria nazionale volta a sponsorizzare il marchio, mentre a novembre saremo presenti, sempre con una campagna pubblicitaria, all’interno del Salone del Franchising di Milano”.

L’obiettivo è quello di puntare sempre sulla qualità e sull’italianità giocando anche con nomi particolari e caratteristici, tra i panini che sembrano riscuotere maggiore successo ci sono l’Abruzzese, fatto con carne di arrosticino, a seguire il Uagliò e il Toscanaccio.

Un progetto nato dall’idea dei due imprenditori ma che vuole coinvolgere anche le altre realtà locali nella progettazione e costruzione degli spazi oltre che per la fornitura dei materiali, “I fornitori locali – dicono gli ideatori – hanno già adeguato spazi e attrezzature per rispondere alle esigenze di mercato. Non vedono l’ora di mettersi all’opera per realizzare un progetto che nasce dall’Abruzzo ma che mira da abbattere molto presto i confini nazionali”.

Redazione

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK