Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Antonio Riscetti vince il festival nazionale "ADRIATICA CABARET"

Il delfino d'argento va al duo "Mansueto e Pezzella"

La Redazione
Condividi su:
LANCIANO. E’ Antonio Riscetti l’applauditissimo vincitore dell’XI edizione del Festival nazionale Adriatica cabaret, conclusosi sabato sera sotto le stelle – e ce n’erano davvero tante – delle Torri Montanare di Lanciano. L’attore napoletano ha conquistato il pubblico, e soprattutto la giuria tecnica, con i suoi divertentissimi elenchi di “ho paura”; quasi un tormentone, che Riscetti riesce a riproporre ogni volta con elementi e chiavi di lettura nuove, capaci di divertire ma anche far riflettere. Antonio Riscetti, artista napoletano, è attore prima teatrale, poi cabarettista e comico, con diverse esperienze anche in film di successo, come “Il Divo” di Paolo Sorrentino, e partecipazioni a trasmissioni radiofoniche. Quello che ama fare è la satira di costume, rivolgendo particolare attenzione, più che alle parole, agli atteggiamenti delle persone che permettono di vedere, capire e quindi smascherare il vero carattere. Secondo classificato di Adriatica cabaret, a cui è andato il Delfino d’argento, è stato il duo “Mansueto e Pezzella”, che con i suoi travestimenti e le sue trasformazioni in personaggi ogni volta diversi, è riuscito a farsi apprezzare sia dal pubblico che dalla giuria. La serata finale di Adriatica cabaret è stata anche occasione per assegnare tre diversi premi speciali, i Delfino d’oro “d’onore”: a Leonardo Manera, straordinario ospite della serata, che ha regalato uno spettacolo finale ricco di risate e buonumore; a Domenico Turchi, componente della Giuria ma a sua volta cabarettista, che in tutte e tre le serate ha presentato una “chicca” del suo spassosissimo spettacolo; a Celestina Ciarelli, anche lei componente della giuria, premiata per gli “Amici alla ribalta”, che da sempre collaborano con Adriatica cabaret. La serata finale, presentata dal volto storico di Adriatica cabaret, Sandro Avigliano, insieme a Maria Rita Piersanti, ha visto alternarsi sul palcoscenico i concorrenti finalisti, selezionati nelle due serate precedenti, e gli ospiti. Non poteva mancare il saluto finale del direttore artistico del Festival, Ivaldo Rulli, che ha regalato un breve stralcio del suo spettacolo ma ha anche voluto ringraziare le moltissime persone che lavorano per Adriatica cabaret e il pubblico presente, che anche quest’anno ha dimostrato di apprezzare la kermesse. “Un festival – dice con orgoglio Rulli – che in undici anni ha saputo imporsi nel panorama locale e nazionale, diventando palcoscenico e vetrina di riferimento per il cabaret e trasformando Lanciano nella capitale della risata e del buonumore”.
Condividi su:

Seguici su Facebook