Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Le corse al galoppo riempiono Villa delle Rose

Dopo due anni torna il Palio delle Contrade con numerosi spettatori ad affollare i gradoni dell’Ippodromo di Lanciano

Condividi su:
Si è svolta venerdì, 16 settembre, la quarta edizione del Palio dei Rioni e delle Contrade presso l’Ippodromo Villa delle Rose a Lanciano. Le corse al galoppo hanno registrato una forte affluenza di pubblico come quando si svolgevano regolarmente nelle tredici giornate di inizio settembre; Lanciano, infatti, vanta una tradizione fortemente radicata per quanto riguarda le competizioni ippiche e l’allevamento dei cavalli. Al palio, organizzato dall’Associazione Sportiva Corse e Cavalli, hanno partecipato 15 cavalli, ognuno dei quali assegnato tramite sorteggio ad una contrada lancianese. I cavalli hanno corso tre batterie iniziali e, i primi due classificati di ogni batteria , hanno composto il sestetto finale che si è sfidato per la vittoria del Gran Premio BLS. La corsa finale è stata preceduta dall’esibizione degli Sbandieratori di Lanciano ed il Palio è stato vinto dal favorito Trafalgar Square, purosangue cavalcato dal fantino Vita che ha assegnato la vittoria alle contrade di Villa Stanazzo, Villa Martelli, Villa Carminello e quartiere Santa Rita. Il palio, rappresentato da un dipinto su tela dell’artista Costantini, sarà custodito per un anno in una delle chiese delle contrade vincenti. Quest’unica giornata di corse al galoppo è stata un vero successo per quanto riguarda l’affluenza di spettatori, nonostante le polemiche dei giorni scorsi; verdi ed animalisti, infatti, avevano annunciato che avrebbero dato battaglia e che si impegneranno in futuro affinché la Villa delle Rose non ospiti più manifestazioni del genere, a detta loro, organizzate frettolosamente e non seguendo le regole. Di tutt’altra opinione invece il Presidente dell’Associazione Corse e Cavalli, Nico di Corinto, che, durante un discorso prima della corsa finale, ha dichiarato: “tutte le regole sono state rispettate, nonostante l’organizzazione sia stata fatta in 15 giorni; ci sono due veterinari, un maniscalco, l’ambulanza di servizio… abbiamo seguito tutte le norme dell’Unire e, se in futuro riusciremo ad organizzare altre giornate di corse al galoppo, faremo lo stesso e ci impegneremo ancora di più.” Alla manifestazione è intervenuto anche il Sindaco della città, Dott. Mario Pupillo che, dopo aver ringraziato tutti gli organizzatori, ha dichiarato che la tradizione delle competizioni ippiche è un appuntamento importante da riproporre, perché riguarda la tradizione di Lanciano, che ama le corse ed ama i cavalli; il Sindaco ha poi concluso il suo intervento con alcune parole in merito al futuro dell’Ippodromo: “questo discorso è difficile e non è il momento giusto per discuterne, ma sicuramente sarà uno spazio da rivalutare e ci impegneremo al massimo per soddisfare tutte le aspettative dei lancianesi”. Sul palco delle autorità è intervenuto anche il Presidente del Consiglio Comunale, Donato Di Fonzo, che ha dichiarato: “ben vengano le corse che hanno dato tanto alla nostra città, è bello vedere che ci sono anche tanti giovani nel pubblico! Lanciano vuole bene ai cavalli e ci impegniamo per far sì che l’anno prossimo possano essere organizzate anche 3 giornate di corse”. I lancianesi, gelosi ed orgogliosi delle loro tradizioni, hanno ripagato gli organizzatori con una grande affluenza, tanti applausi e tifo rumoroso, rendendo quest’ultima giornata di feste ancora più emozionante. Un avvenimento che ha riportato la città al tempo in cui le corse erano un appuntamento fisso che richiamava nella città appassionati provenienti da tutta Italia. Senz’altro una giornata da ripetere.
Condividi su:

Seguici su Facebook