Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il cammino del Tratturo Magno arriva a Lanciano

Sabato una giornata dedicata all'antico tratturo

Condividi su:

E’ giunto alla 8a edizione il cammino di Tracturo 3000 sull’antico tracciato di 244 km del Tratturo Magno, il principale dei 5 regi tratturi che solcano le regioni Abruzzo, Molise e Puglia. Dalla natura selvaggia dell'aquilano, alle magnifiche colline pescaresi e teatine, ai vigneti del frentano, fino alle coste vergini del vastese per poi rientrare e accarezzare a passi lenti e costanti le linee sinuose delle colline del molisano, e arrivare infine al deserto di campi arati colorati del sudore e della fatica delle genti del Tavoliere delle Puglie e dei suoi immigrati. Questo è il Tratturo Magno, una via d'erba larga 111 metri di proprietà ancora demaniale che collega L'Aquila a Foggia e che vedeva ogni anno d'Inverno, dall'epoca pre-romana fino a soli cinquant'anni fa, centinaia di migliaia di pecore e numerosi pastori migrare in Transumanza dalle montagne dell'aquilano verso i pascoli più caldi del Tavoliere. Il percorso proposto si articola in dieci tappe: L'Aquila-Peltuinum, Peltuinum-Capodacqua, Capodacqua-Rosciano, Rosciano-Giuliano Teatino, Giuliano Teatino-Lanciano, Lanciano-San Lorenzo di Vasto. A seguire in Molise, si fa tappa a Petacciato e Cliternia Nova, e infine le ultime stazioni in Puglia, e cioè San Paolo in Civitate, San Severo e Foggia.

L'adesione a questo evento è gratuita, non è richiesta nessuna quota associativa, ma autosufficienza e tanta determinazione.
Una sfida prima di tutto culturale, quindi, che vuole smuovere le comunità locali che vivono i territori attraversati dal Tratturo Magno a riflettere insieme su possibili idee di sviluppo locale sostenibile. Un esempio a livello europeo che ha ispirato gli organizzatori è il Camino de Santiago de Compostela, ora diventato un momento di importanza unica per progetti e realizzazioni sostenuti da Fondi Comunitari e studiato direttamente da alcuni membri del gruppo di lavoro Tracturo3000.

Il "Camino" richiama centinaia di migliaia di camminanti, fedeli e non, in un contesto in qualche modo analogo ed è la dimostrazione di un successo possibile e ripetibile oggi anche in Italia abbracciando le prospettive di uno sviluppo locale sostenibile di Abruzzo, Molise e Puglia, perché il Tratturo torni ad essere per le comunità locali fonte di scambi commerciali e di contaminazioni culturali, oltre che un'indimenticabile esperienza da vivere. L’edizione 2014 del cammino è più che mai importante per il livello di coesione sociale e territoriale che piano piano si va consolidando tra le varie sovrastrutture intorno all'idea comune di rendere percorribile il Tratturo Magno da tutti, per tutto l'anno (significativa la simpatia raccolta dalla Regione Abruzzo, dalla Regione Molise e dalla Regione Puglia e dai loro Uffici Tratturi, il supporto del GAL Gran Sasso Velino, della Soprintendenza ai Beni Archeologici d'Abruzzo, la consolidata collaborazione con la Camera di Commercio di Chieti, e la simpatia dimostrataci anche dalla Camera di Commercio dell'Aquila, Campobasso e Foggia). 

Questa focloristica carovana arriverà a Lanciano sabato 4 ottobre, alle ore 8,30 C.da Santa Liberata, partenza dei camminatori e del gregge verso Lanciano seguendo il percorso del tratturo, per arrivare alle 9 in piazza Plebiscito dove, dopo la sistemazione del gregge, ci sarà l'apertura degli stand dei prodotti caseari a cura di un caseificio locale e degustazione  dei manufatti.

Alle 10, presso il Polo Museale Santo Spirito, ci sarà l'inaugurazione delle mostre: la storia dei tratturi nei documenti dell’Archivio di Stato di Chieti, mostra di vignette e sculture umoristiche dalla raccolta dell’artista Lucio Trojano, esposizione fotografie “Transumanza 2013” realizzate dai camminatori del Foto Cine Club Frentano, rassegna filatelica, esposizione dimostrativa “dalla lana al tessuto” a cura della Cooperativa Sociale “Voloentieri”, Laboratori didattici e visite guidate a cura della Cooperativa Sociale “Il Pensiero”.

A seguire, convegno sul tema "Il sistema tratturale regionale, la storia, l’uso, il riutilizzo. Il ruolo del Polo Museale S. Spirito come Centro regionale di documentazione sulla Transumanza: dalle mappe tratturali alla creazione di un archivio digitale". Interverranno il sindaco Mario Pupillo, ilpresidente della Camera di Commercio di Chieti Silvio Di Lorenzo, Pino Valente, Assessore alle attività produttive, Andrea R. Staffa, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo, Ufficio Tratturi, Miria Ciarma, Direttore Archivio di Stato di Chieti, Giuseppe Manzi, architetto, Aurelio Manzi, botanico e ricercatore, Serena San Seviero, architetto, Vittorio Renzetti, architetto.

Alle 20, sempre presso il Polo Museale Santo Spirito, avrà luogo "La Notte della Transumanza". Degustazioni dei prodotti tipici della transumanza”, con musiche della tradizione pastorale.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook