Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Virtus Lanciano a bocca asciutta, altra sconfitta a Perugia

I rossoneri perdono 2 a 0

Condividi su:

 

Ieri pomeriggio la Virtus Lanciano era di scena al “Curi” di Perugia da dove ha riportato la 6a sconfitta in campionato. La gara valida per la 12a giornata di andata è stata arbitrata dal Signor Rapuano coadiuvato da Borzomì e Lanza, 4° uomo Pagliardini.

D'Aversa prova Marilungo per la prima volta schierato dall'inizio, mentre in porta non c'è Aridità sostituito da Casadei per infortunio.

PRIMO TEMPO: è il Lanciano a battere il calcio di inizio. Da come si muovono i rossoneri la gara sembra mettersi sulla strada giusta infatti è Mammarella a provare il cross verso l'area avversaria poi respinto dall'ex Del Prete in fallo laterale. Poco dopo rispondono i padroni di casa sempre con Del Prete che tenta un cross dalla corsia di destra bloccato da Amenta. Al minuto 6° agli ospiti viene negato in ben due occasioni il goal del vantaggio dall'estremo difensore Rosati, prima con Di Ceco e poi con Marilungo. Minuto 16° è ancora la Virtus Lanciano a creare occasione da goal con cross velenoso dalla destra da parte di Pucino verso Marilungo che appoggia per Piccolo che non trova l'aggancio. Ma la partita inizia a prendere la piega sbagliata per i rossoneri al minuto 32° quando i padroni di casa passano in vantaggio proprio con l'ex di turno Del Prete che sfrutta un pasticcio difensivo di Aquilanti e non perdona Casadei e porta in vantaggio il Perugia e si va a riposo sul risultato di 1 a 0.

SECONDO TEMPO: sono i padroni di casa a gestire il primo pallone ma pochi istanti dopo il fischio di inizio ripresa Mammarella commette fallo su Della Rocca. Dopo la punizione è sempre la Virtus a farsi vedere con Zè Eduardo che lanciato a rete viene chiuso da Comotto. Quando siamo al 10° della ripresa è ancora Del Prete che prova il cross ma stavolta Aquilanti è attento e allontana il pericolo. Al minuto 18° la Virtus è a un passo dal pareggio con Piccolo liberato da Paghera dritto verso l'estremo difensore perugino manda di poco fuori. Il Perugia mette in cassaforte la partita esattamente al 20° con Fabinha che raddoppia. Intanto primo cambio della gara: D'Aversa mette Vastola e toglie Zè Eduardo. Poco prima del cambio Mammarella effettua un cross basso ed insidioso ma Volta anticipa tutti sul primo palo della porta perugina e allontana la palla, ed  allora quando siamo giunti al 66° minuto di gioco D'Aversa prova a inserire Lanini per Ferrari ed anche Bisoli effettua il primo cambio entra Spinazzola per Della Rocca. Al minuto 70° di gioco è Marilungo su un cross perfetto di Piccolo che grazia Rosati. Intanto gli ospiti effettuano l'ultimo ambio a disposizione esce proprio Marilungo che ad avviso di chi scrive ha disputato un ottima gara dando un pizzico di imprevedibilità e fluidità al gioco rossonero. Intanto esce anche l'autore del doppio vantaggio perugino Fabinho per Carmine. Da sottolineare in finale di partita un goal annullato a Vastola per un presunto fallo sul giocatore perugino Comotto. Il verdetto del campo vede una Virtus sempre più in crisi nonostante provi a stare in partita ed un Perugia che si porta a quota 15 punti e può respirare un pochino prima della gara di sabato ad Ascoli.

Condividi su:

Seguici su Facebook