Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Virtus torna al successo e ritrova il terzo posto

Virtus Lanciano - Andria 2 1

Condividi su:
Partita difficile e importante. Arrivava dopo quattro turni senza vittoria e contro un avversario che ha vinto una sola volta ma che era riuscito a fermare sul pareggio squadre come Spezia, Barletta e Frosinone. La partita comincia con le squadre molto compatte e molto guardinghe, la Virtus prova a fare la partita ma l'Andria, abbottonatissima, si chiude molto bene e non concede spazi. La Virtus ha un paio di sussulti ma non riesce ad essere pungente con continuità. Il secondo tempo nasce sotto un altro destino; i rossoneri tornano in campo con Chiricò (subentrato a Improta) a destra e Titone spostato a sinistra, ed esibiscono subito un'altra aggressività; alzano il baricentro cominciando ad appoggiarsi meglio a Pavoletti (che nel primo tempo aveva sofferto la marcatura molto fisica di Cossentino) e al nuovo entrato Chiricò che mette in crisi la retroguardia pugliese fingendo di puntare il fondo, rientrando verso il centro e scodellando tre o quattro invitantissimi palloni nel cuore dell'area di rigore andriese. La pressione della Virtus produce ben 9 calci d'angolo, su uno di questi, calciato da Mammarella, Massoni (18') incorna per il meritato 1-0. Il più sembra fatto, la Virtus dà la sensazione di poter controllare la partita ma, dieci minuti dopo, un pallone che sembrava perdersi nella classica selva di gambe finisce sul destro di Arini che non perdona Aridità. I rossoneri non demordono e ci provano ancora continuando a spingere, prevalentemente sulla destra da dove, al 37', parte un pallone su cui si avventa Pavoletti che, in area di rigore, viene cinturato e tirato giù. Volpe si presenta sul dischetto e fredda Ragni, firmando il definitivo 2-1. La Virtus non soffre neanche nei minuti finali quando l'Andria lancia lungo avanti dove, puntualmente, svettano Massoni e Amenta. Un successo importante, pensando già a Cremona. Gli uomini schierati da Gautieri: Ardità, Aquilanti, Mammarella, D’Aversa (Novinic 88'), Massoni, Amenta, Titone (Turchi 75'), Capece, Pavoletti, Volpe, Improta (Chiricò 46'). A disposizione: Amabile, Vastola, Di Filippo, Zeytulaev ANDRIA: Ragni, Meccariello, Pierotti, Arini, Cossentino, Zaffagnini, De Giorgi (Minesso 55'), Paolucci, Del Core (Gambino 78'), Innocenti (Larosa 82'), Comini. A disposizione: Sansonna, Evangelisti, Contessa, Loiodice. Allenatore: Di Meo
Condividi su:

Seguici su Facebook