Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Terremoto, il Blocco Studentesco chiede chiarimenti sulle crepe presenti in alcune scuole

Le crepe negli istituti "Fermi - De Titta" e "Da Vinci - De Giorgio"

Redazione
Condividi su:

LANCIANO - Sono stati giorni impegnativi a causa del susseguirsi delle due forti scosse di terremoto avvertite molto bene anche nel territorio lancianese, che hanno sollevato non poche domande sulla sicurezza delle nostre scuole. A seguito della scossa del 26 ottobre il sindaco Pupillo ha prontamente deciso di tenere chiuse le scuole di Lanciano per permettere ai tecnici di valutare eventuali danni che pare non siano emersi.

Il 29 ottobre, però, il Blocco Studentesco ha divulgato alcune foto che mostrano evidenti crepe presenti negli istituti "Fermi - De Titta" e "Da Vinci - De Giorgio". "Ha dell'incredibile – afferma Domenico De Lucia, responsabile lancianese del Blocco Studentesco, in una nota – quanto sta accadendo a Lanciano, dove, nonostante le scosse di terremoto verificatesi negli ultimi giorni e la comparsa di alcune crepe agli istituti "Fermi - De Titta" e "Da Vinci – De Giorgio", non è stato effettuato alcun tipo di controllo da parte di nessuno, o è stato svolto in maniera quanto meno approssimativa, soprattutto per quanto riguarda le prime due scuole".

A seguito della forte scossa di ieri 30 ottobre il sindaco Pupillo ha convocato la Giunta e l'Ufficio Tecnico del Comune per una nuova valutazione. Le squadre comunali hanno verificato le strutture sportive e sono in corso le verifiche a scuole e cimitero. In attesa degli esiti degli ultimi sopralluoghi restano le immagini dei cedimenti avvenuti al Fermi - De Titta e al Da Vinci - De Giorgio, per le quali speriamo che arrivi presto una risposta.
 

In allegato le immagini inviate dal Blocco Studentesco Lanciano relative al Fermi - De Titta e Da Vinci – De Giorgio.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook