Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tutto pronto per la 55esima edizione della Fiera dell’Agricoltura

Condividi su:

LANCIANO - Si appresta a festeggiare un compleanno importante la Fiera dell'Agricoltura di Lanciano che il prossimo 23 aprile spegnerà ben 55 candeline. Anni significativi che raccontano attraverso le evoluzioni, i problemi e i cambiamenti intervenuti nel settore agricolo, anche la realtà del mondo imprenditoriale abruzzese. Forte di un'esperienza che ha superato il mezzo secolo la Fiera dell'Agricoltura è e resta un qualificato e insostituibile punto di riferimento per tutto il comparto. Ha da tempo conquistato meritatamente un ruolo di tutto rispetto nel panorama agricolo italiano ed è, a ragione, considerata la rassegna leader dell'Ente Frentano, un appuntamento che ogni anno richiama migliaia di visitatori e di operatori commerciali.

Il trascorrere del tempo non ha sminuito l'efficacia e la validità di questa rassegna che rappresenta una felice occasione per le centinaia di espositori che scelgono, appunto, la Fiera di Lanciano per promuovere e far conoscere le loro offerte e proposte. Ci sono operatori che arrivano anche da fuori regione segno della longevità e dell'importanza di questa rassegna. Che affonda le sue radici nel lontano 1961, anno che sigla la prima edizione e che ha segnato l'inizio di un percorso in continua evoluzione. Sono 250 le ditte espositrici e 200 quelle costruttrici, giunte praticamente da tutta la Penisola (Molise, Puglia, Calabria, Sicilia, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Basilicata, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e naturalmente Abruzzo) mancano solo Liguria e Val d'Aosta. E questa partecipazione è la testimonianza concreta di come questa Rassegna abbia da tempo superato i confini regionali.

Il settore agricolo, l'unico che in questi anni difficili ha registrato una crescita, è tornato ad essere una risorsa fondamentale non soltanto per il nostro territorio e la scelta del Presidente Franco Ferrante e di tutto il Cda di puntare all'innovazione e alla sostenibilità si è rivelata vincente. “La Fiera ha acquisito in 55 anni un patrimonio di rilievo – ha evidenziato il Presidente – un enorme bagaglio di conoscenze e di esperienze che la rendono davvero unica e sempre più specializzata, al passo con i tempi. Ed è proprio l'attenzione che ha sempre riservato al mondo agricolo e la capacità di guardare avanti, di intercettare la domanda cercando di dare risposte costruttive e concrete che fanno della Fiera dell'Agricoltura un appuntamento irrinunciabile per gli operatori del settore ma anche per chi tiene a cuore le sorti di un comparto strategico come l'agricoltura. Si pone come occasione di mediazione tra mercato e azienda fornendo agli imprenditori strumenti utili alla loro attività. Per questo curiamo sia la parte espositiva che quella riservata all'indagine, al confronto, alla riflessione. E gli espositori continuano ad avere fiducia in questa rassegna. Il nostro impegno è proprio quello di non deludere le aspettative e di fare in modo che la fiducia che ci viene accordata sia ben riposta”.

Nei tre Padiglioni della Fiera saranno ospitati mezzi, macchine e attrezzature per la coltivazione dei terreni, macchine olearie e per il vino, prodotti e sistemi per le energie alternative, per le attrezzature zootecniche e poi piante, fiori, sementi. L'area esterna come sempre accoglierà grandi e piccoli macchinari, la parte del leone anche in questa edizione la faranno i trattori. “Saranno davvero tante le macchine agricole e sono previste pure alcune presentazioni importanti. Ancora una volta la Fiera di Lanciano – commenta il Presidente Ferrante – diventerà l'ideale palcoscenico per alcune anteprima, per far conoscere a un pubblico vasto e competente le peculiarità e i requisiti di macchinari all'avanguardia. Dopo Agrifutura, fiera specialistica di macchine agricole, si torna a parlare di agricoltura in maniera più ampia e di tutti i settori ad essa collegati. E considerata l'affluenza sempre notevole che da anni caratterizza questa Fiera che io chiamo la Fiera delle Fiere, qui abbiamo predisposto un servizio navetta, si potrà quindi lasciare la macchina e raggiungere tranquillamente Lancianofiera senza intasamenti e problemi di traffico e code”.  Sarà possibile raggiungere la Fiera con i bus navetta dal piazzale della stazione di Lanciano, dalla stazione in via Bergamo e dal quartiere Santa Rita.

Anche questa edizione vedrà la presenza di tutte le Associazioni di categoria e come ogni anno anche stavolta si potrà contare su un nutrito e interessante programma di convegni. Incontri e tavole rotonde che affronteranno temi relativi al settore agricolo, di indiscussa attualità. Si parlerà di sicurezza sul lavoro (gli incidenti purtroppo sono ancora piuttosto numerosi), dell'uso sostenibile dei fitofarmaci. Sicurezza per chi lavora e sicurezza alimentare. Due punti sui quali si discute da tempo e che quindi non potevano mancare nel ricco programma della Fiera dell'Agricoltura.

"I conti finalmente tornano e questo è un dato che dimostra la validità del lavoro svolto dal Presidente e dal Cda, - è quanto commentato dal sindaco di Lanciano e presidente della Provincia Mario Pupillo - ringrazio di nuovo l'assessore Donato Di Matteo e la Regione per il sostegno e per il contributo concreto che permetterà di riqualificare e mettere a norma un padiglione, da utilizzare poi anche per altri eventi". Il primo cittadino è tornato pure a puntualizzare che subito dopo la Fiera, una parte della palazzina destinata agli uffici ospiterà Uta, Uma e Genio Civile. 

"Oltre mezzo secolo di esperienza fanno di questa la Rassegna leader dell'Ente Fieristico Abruzzese - ha detto Linda Zulli della Bper - che in questi anni è riuscita a rinnovarsi e a intercettare le tante domande che arrivano da un mondo in continua evoluzione, e soprattutto cerca di dare risposte adeguate attraverso la parte espositiva e con quella convegnistica".

Condividi su:

Seguici su Facebook