Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Sociale: 224 mila euro per il piano locale della non autosufficienza

150 mila euro per ADI, Cireneo, ANFFAS e assistenza psichiatrica, e 74 mila per assegni di disabilità gravissima.

| di Martina Luciani
| Categoria: Attualità
STAMPA

LANCIANO - Sono 100 mila euro in più i fondi che quest’anno il Comune di Lanciano potrà utilizzare per il Piano Locale per la Non Autosufficienza (PLNA) e saranno suddivisi tra i diversi servizi socio-assistenziali dedicati agli utenti del territorio di Lanciano.

Un totale di 224.603 euro di cui il 60%, cioè circa 150mila euro, andranno al PLNA ed il 40% sarà destinato agli assegni per disabilità gravissima.

58 mila andranno all’assistenza domiciliare socio assistenziale, 21 mila all’ADI, 10 mila al trasporto disabili verso strutture sanitarie/riabilitative, 20 mila al centro Cireneo che si occupa dei disabili autistici, 33.443 all’ANFFAS ed 8 mila all’assistenza domiciliare ed utenti psichiatrici.

74.160 euro saranno investiti destinati per gli assegni per disabilità gravissime.

Per ricevere l’assegno è necessario reperire un modulo presso il segretariato sociale, il PUA o sul sito istituzionale del Comune di Lanciano, compilarlo e riconsegnarlo presso l’assessorato alle Politiche Sociali entro il 31 dicembre 2015. Sarà premura del Comune stilare una graduatoria e poi suddividere i fondi tra i beneficiari.

42mila euro saranno invece utile al Progetto dedicato ai malati di SLA. Anche in questo caso si dovrà compilare un apposito modulo da consegnare in Comune il quale poi provvederà a girarlo alla Regione che si occuperà di formare le graduatorie per gli aventi diritto.

“Quest’anno abbiamo ricevuto una bella sorpresa con 100mila euro in più - ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Dora Bendotti - ed abbiamo deciso di suddividerli trai vari servizi socio-assistenziali del territorio cercando di coprire tutte le esigenze. Assistenza domiciliare, trasporto, disabilità gravissime - ha proseguito l’assessore - e anche malati psichiatrici per cui al contrario come qualcuno dice, facciamo molto, e la new entry di questa amministrazione, il Cireneo. Cerchiamo di fare il tutto il possibile e questo piano ne è la testimonianza”.

Martina Luciani

Contatti

[email protected]

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK