Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pista ciclopedonale su via del Mare: polemiche sui sensi unici, ma il progetto si conosce davvero?

Condividi su:

LANCIANO - Continuano le polemiche per i lavori che tra poco interesseranno via del Mare e via Panoramica. Se ne è parlato ancora questa mattina, mercoledì 9 dicembre, in un incontro organizzato da Casartigiani, a cui hanno partecipato, insieme ai commercianti ed al responsabile Dario Buccella, anche il vicesindaco Pino Valente ed il progettista Luca D’Orsogna Bucci.

I dubbi dei commercianti, espressi dall’inizio, sull’introduzione del senso unico di marcia in via del Mare (verso San Vito) da via della Pace, ed in via Panoramica (verso il centro di Lanciano), si sono però rivelati un enorme punto interrogativo data la mancata conoscenza del progetto, così come ammesso questa mattina nell'incontro. 2500 firme, quindi, raccolte senza una reale conoscenza del progetto ma forse sulla base del timore che accompagna i grandi cambiamenti.

“In tutte le riunioni fatte - ha commentato il vicesindaco Valente, senza essere smentito dai presenti - non ho mai avuto richiesto in merito la parte tecnica del progetto, ma solo sulla contrarietà dell’introduzione del senso unico. Ma i sensi unici - ha proseguito - ci sono in tutte le città e servono a migliorare la viabilità e a dare maggiore sicurezza, solo qui nascono problemi”.

“I sensi unici - ha sottolineato D’Orsogna Bucci - sono frutto di uno studio partito dal piano del traffico che mira a migliorare il flusso di auto, tenendo conto delle esigenze di residenti e negozianti. A collegare via del Mare a via Panoramica ci sono traverse ogni 40 metri che permetteranno il cambio di direzione di marcia in poco tempo e senza problemi”. Stessa soluzione anche per i mezzi di soccorso.

“Il progetto, per un ammontare di 800mila euro, di cui 600mila a carico della Regione Abruzzo - ha spiegato Valente - prevede non solo una pista ciclabile ed il senso unico di marcia, ma marciapiedi a norma per oltre 1800 metri, circa 70 posti auto per parcheggi, una nuova illuminazione pubblica, asfalti nuovi e sei posti per bus di linea”.

Insomma, entro fine anno si sceglierà tra le 178 offerte pervenute la ditta che avrà la l’assegnazione provvisoria dei lavori e dopo poco si partirà.

Condividi su:

Seguici su Facebook