Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'istituto De Giorgio cade a pezzi: le proteste degli studenti

"La scuola è nuova, come mai si trova già in queste condizioni?", è la domanda che si fanno i ragazzi.

Condividi su:

LANCIANO - “Siamo andati in provincia, circa un mese fa, per chiedere spiegazioni e affinché si trovasse una soluzione, ma ad oggi, non ancora riceviamo alcuna risposta”. E’ questa la denuncia degli alunni dell’istituto De Giorgio di Lanciano che fanno parte del Blocco Studentesco.

Una scuola che, non è notizia dell’ultimo minuto, soprattutto dopo le forti piogge di inizio marzo scosrso, cade letteralmente a pezzi. Inflitrazioni d’acqua, bagni privi di controsoffittature, tubature a vista, muri pieni di muffa e crepe, aule poco sicure e persino un muro esterno che si è staccato.

Una situazione di pericolo e degrado che preoccupa quanti frequentano la scuola, per sicurezza e salubrità. E anche l'anno scolastico sta per finire, non si può stare in attesa senza pretendere che si faccia qualcosa in proposito.

“Dato che in provincia - ci hanno raccontato gli stessi ragazzi - ci ha detto che non ci sono soldi, abbiamo addirittura proposto di far ripagare i danni all’azienda che aveva preso l’appalto. La scuola è nuova - hanno concluso gli studenti - e risulta strana la situazione di deterioramento in cui si trova, a pochi anni dalla sua apertura”.

Condividi su:

Seguici su Facebook