Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dopo le polemiche, torna il servizio delle borse lavoro del comune di Lanciano

5 ragazzi con problemi psichiatrici, per 7 mesi, grazie al progetto, proveranno ad inserirsi nel mondo del lavoro.

Condividi su:

LANCIANO - Ripartirà venerdì 1 maggio il servizio borse lavoro del comune di Lanciano con 5 nuovi ragazzi, fino al prossimo dicembre 2015 e da gennaio, con altri 5 ragazzi, in una sorta di turn over.

E’ stata presentata questa mattina la nuova convenzione tra il comune di Lanciano ed il dipartimento di salute mentale della Asl Lanciano Chieti Vasto che prevede la ripartenza di questo servizio di cui tanto si è parlato nell’ultimo periodo.

Tutte le strumentalizzazioni degli ultimi mesi, oggi sono state sfatate - ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali Dora Bendotti - e tornerà l’opportunità di inserimento nel mondo del lavoro per 5 ragazzi con problemi psichiatrici nella nostra città”.

I ragazzi, con 40 ore mensili, lavoreranno come uscieri, operatori nel settore giardinaggio e nelle attività cimiteriali, con un rimborso spese di 287 euro mensili, per cui l’ente comunale investirà circa 5700 euro.

“Voglio esprimere tutta la mia gratitudine ed i miei complimenti al comune di Lanciano per la determinazione e la volontà di riavviare questo progetto - ha affermato il prof. Di Giannantonio del dipartimento di salute mentale della Asl - tutte le difficoltà riscontrate sono state causate dal cambiamento delle leggi, ma ora si riparte. Ed è importante capire che le borse lavoro non sono una pensione a vita, ma un avvicinamento e inserimento al mondo del lavoro - ha sottolineato Di Giannantonio - per il maggior numero di persone possibile”.

“Ci sono importanti novità nella partenza di questo progetto - ha proseguito l’assessore Silvio Paolucci - e parlo dell’integrazione tra sociale e sanità e dell’importante ruolo del dipartimento che monitorerà i ragazzi, li seguirà passo passo e deciderà chi è pronto per l’inserimento, in quale ambito”.

“Le borse lavoro sono un ottimo servizio inserito dalla passata amministrazione - ha detto il sindaco Mario Pupillo - ma erano mal gestite. Oggi è cambiata l’aria e le gestiamo nel miglior modo possibile”.

Siamo l’unico comune che offre il servizio borse lavoro - ha concluso l’assessore Bendotti - e con l’armonizzazione tra ente e asl, le potenzialità dell’individuo saranno valutate con criterio e la possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro sarà data a chi ne ha davvero bisogno”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook