Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Maltrattamenti in famiglia: obbligo di dimora per un 29enne di Filetto

L'uomo è accusato di lesioni personali ai danni della compagna e dei genitori di lei

Condividi su:

LANCIANO - Maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della propria compagna e lesioni personali ai danni dei genitori di lei. Con queste accuse, questa mattina i Carabinieri di Lanciano hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare di obbligo di soggiorno nei confronti di un 29 enne di Filetto.

Secondo le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Anna Benigni e condotte dalla sezione di Polizia Giudiziaria Carabinieri della Procura di Lanciano, l’indagato, nel periodo che va dal novembre 2012 al 16 ottobre 2014, avrebbe avuto una condotta violenta nei confronti della propria compagna, con continue vessazioni fisiche e psicologiche, procurandole lesioni personali di una certa gravità. In un’occasione, l’uomo avrebbe picchiato la donna che aveva in braccio il figlio di pochi mesi.
Il culmine si è avuto il 16 ottobre scorso quando l’indagato, dopo aver raggiunto la donna a casa dei genitori a Lanciano, aggredì anche gli anziani signori, causando loro gravi lesioni personali.


Francesco Marino, giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lanciano, su richiesta avanzata dal PM titolare delle indagini, ha emesso a carico dell’indagato la misura cautelare, con obbligo di non allontanarsi dal territorio del Comune di Filetto, luogo di sua residenza, senza l’autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria e di comunicare ai Carabinieri competenti territorialmente gli orari ed i luoghi in cui sarà quotidianamente reperibile per i necessari controlli.

Condividi su:

Seguici su Facebook