Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Una sagra per pagare le feste di settembre

Da stasera all'ippodromo stand, musica e cabaret per raccogliere fondi da destinare alle feste patronali

La Redazione
Condividi su:
LANCIANO. Una sagra per autofinanziare le feste di settembre. Succede anche questo in tempi di ristrettezze economiche degli enti locali: per pagare luminarie, cachet dei cantanti e fuochi di artificio dei tre giorni di feste patronali lancianesi il comitato Feste di settembre festeggia in anticipo con una sagra che è anche una raccolta fondi. La manifestazione "A tutta birra e arrosticini" prende il via questa sera fino a domenica nell'area antistante l'ippodromo di Villa delle Rose. Previsti momenti musicali, esibizioni di associazioni sportive, cabaret e stand gastronomici con birra, arrosticini, salsicce e insalata di pomodori. Questa sera si parte con l'orchestra Zullimania e il comico abruzzese Domenico Turchi. Domani arrivano gli Inserto e il Mago Giò, il 19 il Tarlo e la Noce e Massimo Burgada, il 20 gli Anemamè e il comico di Colorado Cafè Rocco n' rollo per chiudere domenica con la cover band di Rino Gaetano, i Domenique La Bas e il comico 'Nduccio. Soddisfatti il presidente del comitato Feste Ivaldo Rulli e il vicepresidente Raffaele Di Nunzio. "Assieme al comitato - ha commentato Rulli - abbiamo deciso di autofinanziare le feste patronali della nostra città anche per dare continuità al lavoro fatto in poco tempo dalla nuova amministrazione". "Non serve piangersi addosso - gli fa eco Di Nunzio - servono i fatti e questa sagra dimostra l’impegno che stiamo mettendo nell'organizzazione delle feste patronali e ci permetterà anche di allungare il già ricco programma che stiamo mettendo a punto per Settembre".
Condividi su:

Seguici su Facebook