Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Più sicuri in casa: guida e consigli pratici utili a ridurre il rischio di furti in appartamento

Domani, martedì 25 novembre, il sindaco Pupillo incontra il Prefetto per parlare di sicurezza.

| di Martina Luciani
| Categoria: Attualità
STAMPA

LANCIANO - Ci sarà domani mattina, martedì 25 novembre, alle ore 12.00, l’incontro tra il sindaco Mario Pupillo ed il Prefetto Fulvio Rocco De Marinis, richiesto dallo stesso Pupillo, a seguito dei tanti atti criminosi che si sono susseguiti a Lanciano nelle ultime settimane.
 Intanto, il Comune di Lanciano, invita i cittadini a collaborare con le forze dell’ordine, messe a dura prova dall’aumento dei fatti delittuosi ed a rispettare il decalogo che segue, pubblicato lo scorso febbraio dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica della Prefettura di Chieti.

Più Sicuri in Casa - Guida e consigli pratici, utili a ridurre il rischio di rimanere vittime di furti in appartamento:

1. Quando esci di casa assicurati che la porta dell'appartamento e il portone del palazzo siano ben chiusi. Anche se sei in casa chiudi la porta con più mandate.

2. Non aprire il portone o il cancello con impianto automatico se non sai chi ha suonato;

3. Non fare entrare in casa gli sconosciuti, anche se chiedono di controllare gas, luce, acqua, telefono, ecc…. Diffida degli estranei che vengono a trovarti in orari inusuali, soprattutto se in quel momento sei solo in casa, e degli sconosciuti che si presentano come amici dei tuoi figli e dei tuoi parenti (si può trattare di atti propedeutici a capire la tua fiducia per consumare truffe o furti in tuo danno);

4. Evita di fornire notizie sui tuoi movimenti e/o spostamenti a interlocutori sconosciuti che con varie scuse si dimostrino interessati a capire queste notizie;

5. Aumenta, se possibile, le difese passive e di sicurezza, installando, per esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza, un impianto d’allarme, collegato possibilmente con le centrali operative del 113 (Polizia di Stato) o del 112 (Carabinieri). Molto utili sono anche le grate alle finestre oppure i vetri antisfondamento;

6. Custodisci sempre le chiavi di casa con molta cura e attenzione; se le perdi sostituisci la serratura e se devi duplicarle provvedi personalmente; non consegnare le chiavi di casa a nessuno, potrebbe essere duplicate a tua insaputa;

7. Tieni presente che i ladri in genere agiscono quando ritengono vi siano meno rischi di essere scoperti, ad esempio quando l'alloggio è momentaneamente disabitato;

8. Ogni volta che esci di casa - anche se per breve periodo - ricordati di adottare ogni misura di attenzione e sicurezza; può essere utile lasciare qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione in modo da mostrare all'esterno che la casa è abitata;

9. Anche se abiti a piani rialzati, evita di lasciare finestre aperte, specie in orari notturni: è possibile che i ladri riescano ad arrampicarsi lungo il canale di scolo o a calarsi dal tetto;

10.  Sensibilizza i vicini di casa affinché sia reciproca l'attenzione ai rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento che si sa essere vuoto. Nel caso non esitare a chiamare i numeri d'emergenza (112,113 e 117);

11.  Sulla segreteria telefonica registra il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è "siamo assenti" ma "in questo momento non possiamo rispondere". In caso di assenza, adotta il dispositivo per ascoltare la segreteria telefonica a distanza;

12.  Evita che si accumuli troppa posta nella cassetta delle lettere; potrebbe essere il segno della prolungata assenza dei proprietari di casa;

13.  Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno o noti segni di scasso, avverti subito le Forze dell'Ordine. Dentro l'appartamento potresti trovare sia il ladro esperto, che non perde la testa, sia quello "alle prime armi" o tossicodipendente che, vistosi scoperto, potrebbe reagire con violenza;

14.  Se appena rientrato in casa ti rendi conto che l'appartamento è stato violato, non toccare alcunché per non inquinare le prove e avverti subito le Forze dell’Ordine.

Il decalogo è pubblicato anche sul sito del Comune di Lanciano.
 

Martina Luciani

Contatti

[email protected]

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK