Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tra novità e tradizione, inaugurata Agroalimenta

Fino a domenica 23, nei padiglioni di Lancianofiera

Redazione
Condividi su:


LANCIANO - E’ stata inaugurata questa mattina la 16 esima edizione di Agroalimenta, la rassegna di prodotti tipici enogastronomici, in programma presso Lancianofiera, da oggi fino a domenica 23.
“Dal Piemonte alla Sicilia, ognuno con il meglio della propria produzione – ha detto il presidente Franco Ferrante ringraziando i 150 espositori che hanno scelto la rassegna abruzzese per promuovere la qualità e la tipicità dei loro prodotti – ringrazio quanti ci hanno dato fiducia, credo sia ben riposta. Questa edizione vede, infatti, la presenza di una nutrita delegazione del Montenegro, con il presidente della Fiera di Budva, il direttore del Porto di Bar che confidano molto in questo scambio e confronto commerciale. Ma il carattere di internazionalità è dato anche dall'arrivo di 30 importatori esteri che parteciperanno a un workshop. Una grande opportunità per le aziende del territorio”.
L'efficacia di Agroalimenta, che continua un percorso di crescita e di apertura al territorio iniziata negli anni precedenti, è stata sottolineata dal sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo: “Aprire al Montenegro è importante perché segna anche i primi passi verso l'idea di macroregione adriatica che continua ad essere accarezzata da amministratori e imprenditori. Le tipicità e le bontà dei prodotti fanno già pensare all' Expò 2015 e al ruolo che l'Abruzzo potrà avere in quella straordinaria vetrina, noi dobbiamo confrontarci con tutti ma mantenere la nostra tradizione, la nostra peculiarità, i veri punti di forza”.
Presente anche l'assessore regionale all'agricoltura Dino Pepe che, ancora una volta, ha rimarcato l'efficacia e la solidità del settore agroalimentare. “E’ l’unico comparto con il segno più – ha evidenziato – sono aumentate anche le iscrizioni alla facoltà di Agraria e questo dimostra l'attenzione dei giovani verso il settore agricolo. Questa rassegna, ben piantata sulla nostra regione, guarda al di là dei confini, offrendo in questi giorni l'opportunità di un confronto con altre realtà vista le presenze del Montenegro e di operatori stranieri. Agroalimenta può ben rappresentare l'Abruzzo all'Expò 2015”.
L'assessore Pepe ha ringraziato i vertici di Lancianofiera, i dipendenti e soprattutto gli espositori e i produttori. A visitare la Fiera anche l'assessore al bilancio e sanità Silvio Paolucci e il consigliere regionale ed ex assessore all'agricoltura Mauro Febbo.
Grande attenzione per l'intervento del manager della Fiera (Adriatic Fair) di Budva Rajko Bujkovic che con l'aiuto di una interprete ha ringraziato e manifestato la soddisfazione per il protocollo d'intesa firmato con la Fiera di Lanciano lo scorso settembre e che da il via a una collaborazione che tutti si augurano costruttiva. “La nostra Fiera – ha affermato - rappresenta per gli esportatori italiani una grande occasione, la rampa di lancio per il mercato dell'Est Europa. In molti si chiedono se le manifestazioni fieristiche sono ancora efficaci per la promozione in questo mondo dominato dalla tecnologia, io dico di sì, perché consente un rapporto diretto tra la domanda e l'offerta”.
Da oggi fino alla sera di domenica 23 i due padiglioni di Lancianofiera ospiteranno la bontà e l'eccellenza di prodotti non solo abruzzesi. La rassegna più “gustosa e invitante” dell'anno spegne, dunque, 16 candeline all'insegna di novità interessanti e costruttive. Tra queste la presenza, domani 22 novembre, di buyers provenienti da Polonia, Russia, Cina, Kazakistan,  Giappone, Stati Uniti, Germania, Norvegia, Svezia, Repubblica Ceca, Hong Kong, Singapore. 
Dai salami alla ventricina, dai pecorini ai formaggi freschi, fino alla grande varietà di dolci, di liquori ottenuti con procedimenti artigianali. Grande spazio alle delizie contadine, con la bontà dei prodotti pugliesi, del peperoncino di Altino, l'aglio rosso di Sulmona, le confetture e i bocconotti, le specialità siciliane dagli arancini ai famosi cannoli, tutto questo senza trascurare il vino (tante le cantine presenti) e l'olio. Le aziende dell'Associazione Apicoltori d’Abruzzo si alterneranno con una serie di incontri tematici nel corso dei quali verranno spiegate le caratteristiche di questa speciale attività e le proprietà del miele. Per tre giorni si potranno assaggiare piatti gustosi realizzati dagli allievi dell’Istituto Alberghiero di Villa Santa Maria e nella giornata di domenica, 23 novembre, sarà possibile gustare  anche le pietanze preparate dagli studenti dell'Istituto Alberghiero di Roccaraso. Tutti lavoreranno sotto la sapiente e attenta guida degli chef. I due Istituti grazie alla preziosa collaborazione di Slow Food Lanciano, organizzeranno anche laboratori del gusto e show cooking.
Si potranno inoltre seguire, organizzati dall'Onav mini corsi sulla degustazione dei vini e corsi sulla degustazione dell'olio.
Agli assaggi e alle degustazioni si aggiunge un interessante programma didattico con alcuni incontri a tema nelle giornate di domani 22 e domenica 23. 

Condividi su:

Seguici su Facebook