Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Sangritana ripristina la tratta Sulmona-Carpinone

I treni portano fino alla stazione di Campo di Giove

La Redazione
Condividi su:
CAMPO DI GIOVE. E’ stato presentato oggi a Campo di Giove il nuovo “treno della neve” della Sangritana. L’azienda di trasporti regionale ha deciso, dopo l’esperienza maturata con il Treno della Valle, di puntare al rilancio di una tratta ferroviaria molto suggestiva come quella di Sulmona-Caripinone nell’ottica della eco sostenibilità. Ripristinare la tratta significa infatti non solo recuperare un patrimonio dal punto di vista dei trasporti offrendo un’alternativa ai turisti ma, allo stesso tempo contribuire al risparmio delle emissioni di Co2 grazie ai binari che evitano il via vai delle auto. Lo spettacolo, ne sono convinti i responsabili Sangritana, è assicurato. A bordo del treno ci si immerge in una natura che a seconda delle stagioni regala colori e scenari diversi. D’inverno i vagoni turistici potranno inoltre essere sfruttati come “treni della neve” perché giunti alla stazione di Campo di Giove i turisti possono lasciare il treno e raggiungere la seggiovia, pronti per salire in quota. Una peculiarità' che la Sangritana ha voluto cogliere subito, ripristinando l'esercizio della seggiovia di Campo di Giove (ferma da anni) e realizzando un progetto di mobilità' integrata. Infatti, Sangritana ha riaperto ufficialmente, oggi, l'impianto di risalita del versante aquilano della Majella. "Gestire gli impianti di risalita di Campo di Giove" - spiega il Presidente di FAS, Pasquale Di Nardo - "offre una serie di opportunità. Lavoriamo in un'ottica strategica perché desideriamo proporci come protagonisti di un sistema integrato, in cui mobilità e turismo si supportano, rendendo fruibile uno degli angoli più suggestivi del nostro Abruzzo. Proprio per questo" - ha proseguito Di Nardo - abbiamo avviato un progetto di gestione diretta della Sulmona-Carpinone. Una tratta, questa, che raggiunge, tra le altre, la stazione di Campo di Giove, una porta naturale che si apre sugli impianti di risalita". Alla cerimonia di inaugurazione di questa mattina a Campo di Giove, oltre al presidente della Sangritana, Pasquale Di Nardo, erano presenti il sindaco Vittorio Di Iorio, il vice presidente del Consiglio regionale, Giovanni D’Amico, la vice presidente della giunta provinciale dell’Aquila, Antonella Di Nino, il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato e molti altri amministratori dei comuni del comprensorio.
Condividi su:

Seguici su Facebook