Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Farmacie comunali: la nuova gestione presenta un utile di più di 100 mila euro

Fidelizzazione, marketing, trasparenza e spending review le parole d'ordine

Condividi su:

LANCIANO - “Le Farmacie sono una eccellenza del territorio e come tale andavano valorizzate e dopo un anno e mezzo di lavoro, i risultati iniziano a farsi vedere”. Così il sindaco Mario Pupillo, questa mattina, ha presentato, insieme al presidente Fausto D’Addario, al direttore d’azienda Claudio Di Meco ed al consigliere Alessandro Di Matteo, la situazione economica delle farmacie comunali.
“Quando siamo arrivati nel 2013 - ha dichiarato Di Matteo che, insieme a Giacinto Verna, Antonio Bianco e Donato Di Fonzo siede nell’assemblea intercomunale delle Farmacie - abbiamo trovato una situazione economica critica, una ingessatura del corpo del personale e per questo, abbiamo deciso di dare un nuovo indirizzo politico e di gestione”. Tra i primi provvedimento, com’è noto, l’eliminazione della figura del direttore amministrativo che, per la nuova gestione, è risultato un ruolo del tutto superfluo.
“Le società come le Farmacie - ha proseguito Di Matteo - devono produrre utili per dare benefici alla società e noi ci siamo mossi verso questa direzione”.
Già nel secondo semestre del 2013, si è raggiunto un utile di 21 mila euro. A giugno 2014, invece, si contano 132 mila euro di risultato operativo e 89 mila euro di utile. Un risultato importante, raggiunto in poco tempo, che fa ben sperare per il futuro.
“Sono più di 100 mila euro gli utili che sono finiti interamente in tasca al comune di Lanciano, proprio grazie alle Farmacie - ha dichiarato con soddisfazione il presidente D’Addario - e ci stiamo muovendo affinché questo denaro venga interamente, ed in modo formale, destinato ai servizi sociali”.
“Con una più stretta collaborazione tra amministrazione e operatori, attraverso colloqui frequenti con il personale - ha detto ancora D’Addario - stiamo creando un clima diverso per convergere tutti nella stessa direzione”.
“Il mercato farmaceutico è in netta crisi - ha detto senza mezzi termini il direttore Di Meco - e per questo dobbiamo dirigerci verso una farmacia più commerciale”. E il primo passo, in questo senso,  è la creazione di una fidelity card che vuole promuovere l’uso dei parafarmaci. Ogni 5 euro di spesa in parafarmaci, si ottiene un bollino e una volta riempita la card con 24 bollini, si ha diritto ad un buono di 10 euro da spendere sempre in parafarmaci.
Ulteriore incentivo per i clienti delle farmacie comunali, soprattutto la numero 1 in viale Cappuccini, la creazione di un nuovo parcheggio che permetta la sosta a più persone, senza creare problemi al condominio ed agli esercizi commerciali adiacenti.
E’ inoltre in programma una selezione pubblica per nuovi farmacisti collaboratori per eventuali innesti o sostituzioni, nei prossimi tre anni.
Operazioni di marketing, fidelizzazione, trasparenza e spending review dopo un anno e mezzo mostrano già i primi frutti che si spera possano riversarsi quanto prima in servizi migliori per i cittadini di Lanciano.

Condividi su:

Seguici su Facebook