Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fossacesia, approvato il corso per studiare le potenzialità delle aree protette

Il corso di formazione europea dedicato ai giovani sarà attivo ad ottobre

La Redazione
Condividi su:
FOSSACESIA – E’ stato approvato in questi giorni il corso di Formazione europea, “Green areas for social and economic youth development” (Le aree verdi come opportunità di sviluppo sociale ed economico per i giovani) che si terrà a Fossacesia tra il 17 e il 25 ottobre 2011. Il progetto è stato presentato dal Circolo Territoriale di Chieti dell'ARCI in collaborazione con il Comitato Provinciale di Chieti dell'ARCI, il Comune di Fossacesia e la Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro”. “Il corso è tra le attività volute dal Comune di Fossacesia, in sinergia con la Riserva di Torino di Sangro- afferma l'Assessore all'Ambiente, Andrea NATALE (PRC-FDS) – per far conoscere e sviluppare l'area protetta di San Giovanni in Venere, fare rete con le altre realtà territoriali e allacciare contatti con partner europei sia per crescere insieme e contribuire a creare una coscienza europea anche tramite altri progetti per attingere alle sempre più necessarie risorse europee”. Al progetto parteciperanno circa 29 tra amministratori locali, responsabili di associazioni, operatori giovanili provenienti da Italia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna, Portogallo, Bulgaria, Romania e dall’area balcanica i quali realizzeranno attività di conoscenza delle buone prassi attuate nella zona costiera della Provincia di Chieti in termini di protezione ambientale e di sviluppo socio-economico con particolare attenzione al mondo giovanile. “Si svolgeranno 3 workshop tematici – riporta Giorgio Micoli, del Circoolo ARCI di Chieti - che si concentreranno sulla realizzazione di moduli educazionali sull’ambiente, di materiale promozionale sulle aree verdi e di infrastrutture di supporto. I risultati dei workshop saranno condivisi con la comunità – continua Micoli - durante iniziative pubbliche nel Municipio di Fossacesia e nella Lecceta di Torino di Sangro, in collaborazione anche con le scuole primarie. Il progetto ha ricevuto il supporto economico e l’approvazione da parte dell’Agenzia Nazionale Italiana per i Giovani e del Programma Gioventù in Azione della Commissione Europea. “Il corso attirerà l'attenzione sulle possibilità che il mondo delle aree protette – precisa Natale – ha dato e può dare ancora sia in Italia che in Europa. Ovviamente, come fanno alcune Nazioni per esempio la Svezia o la Francia, bisogna investire risorse pubbliche poiché il tasso di ritorno economico, oltre al valore etico, della conservazione è alto. La capacità di progettare e pianificare, fare rete a livello locale ed europeo – continua Natale - è fondamentale per il nostro territorio per attrarre nuove risorse e sviluppare. Come aree protette ed associazioni sono anni che lavoriamo in questo senso e i risultati sono lì a dimostrarlo”. “Oggi più che mai – conclude Nicola Salvatorelli, Presidente Provinciale dell'ARCI – per la Regione Abruzzo e per l'Italia è necessario valorizzare le pratiche e le esperienze positive che sul territorio lavorano con difficoltà e riescono ad attivare un ciclo virtuoso che producono crescita culturale, sociale e professionale che se messa a sistema danno frutti e possono servire a rilanciare ed affermare un nuovo modello economico-sociale”
Condividi su:

Seguici su Facebook