Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Boom di assicurazioni sanitarie per il 2022: quale scegliere

Condividi su:

Sicuramente fare una assicurazione sanitaria conviene, questo perché tutela e protegge nel caso vi siano problemi salutari, utilizzando la sanità privata. L'offerta che riguarda tutte le polizze sulla salute è pressoché ampia, proprio così tanto che riuscire a districarsi non è facile. Per questo, abbiamo pensato di stilare una lista su come fare per scegliere quella migliore.

Diverse tipologie di polizza sanitaria

La prima cosa che si deve sapere è che ci sono tante tipologie di polizze sanitarie, ognuna è adatta a coprire specifiche esigenze: 

  1. Polizza sanitaria classica: si tratta di una assicurazione che serve ad aiutare in caso di malattia o infortunio, include gli esami diagnostici, tutte le cure, i ricoveri ospedalieri, così come l'acquisto dei relativi farmaci;
  2. Polizza infortunio: in questo caso, ad essere coperte saranno solo le spese relative alla diagnostica e alla cura in caso di infortunio;
  3. Polizza per assistenza domiciliare: si tratta di una assicurazione che paga le spese dell'assistenza domiciliare in caso di incidente o malattia;
  4. Polizza per invalidità permanente: si tratta di una assicurazione che protegge andando a pagare un indennizzo se si subisce un'invalidità non temporanea;
  5. Polizza dentistica: alcune società offrono assicurazioni specifiche per tutte le spese relative alla salute dentale;
  6. Polizza sanitaria viaggio: si tratta della polizza limitata nel tempo, che copre all'estero.

Scegliere la polizza adatta all’età

Le compagnie assicurative sono quelle che pongono dei limiti di età per quanto riguarda la stipula delle loro polizze per la salute. In questi ultimi anni sono nate diverse assicurazioni per tutte le persone di età più avanzata, per questo si trovano anche polizze per pensionati, o per over 65.

Ma non dimenticate che la polizza sanitaria non copre tutto, perché anche quella più ampia non va a coprire tutte le spese relative alla salute. Difatti, spesso queste polizze non coprono:

  1. Le spese per tutte le cure di problemi medici già esistenti al momento della stipula;
  2. Spese dovute ad abuso di alcol, di droghe e psicofarmaci;
  3. Spese dentistiche, salvo diverse occasioni;
  4. Spese per interventi estetici;
  5. Spese per diete e consulenze nutrizionali;
  6. Spese per anticoncezionali e aborti volontari. 

Fare attenzione al massimale e alle spese anticipate

Tutte le polizze sanitarie mettono un massimale, chiaro che più sarà alto più sarà costoso, per questo bisogna fare attenzione. Nel caso avvenga un grave incidente o malattia, le spese sanitarie vanno a lievitare molto in fretta, specie nel caso di ricoveri lunghi, operazione o la necessità di usare macchinari particolari.

Inoltre, ci sono delle assicurazioni che prevedono di anticipare la spesa che va pagata alle strutture sanitarie. Questa spesa viene rimborsata dalle compagnie, ma è chiaro che potrebbe capitare di dover pagare una enorme somma di denaro in anticipo, per poi vederla tornare indietro molto tempo dopo.

Da non dimenticare un fattore: l'assistenza 

Infine, è molto importante anche il servizio di assistenza della stessa assicurazione, dato che deve sempre essere efficiente e raggiungibile, per cui, al fine di scegliere bene è opportuno accertarsi che il servizio sia all’altezza. 

Condividi su:

Seguici su Facebook