Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Non abbiamo paura di morire per la nostra malattia, ma per la burocrazia". I malati nefropatici chiedono maggiori garanzie e tutele

Domenica 12 aprile, un incontro per parlare di prevenzione e sanità.

Condividi su:

LANCIANO - Domenica 12 aprile, dalle 9.00, nel salone d’onore dell’ex Casa di Conversazione di Lanciano, si terrà la terza assemblea regionale organizzata dall’ARED (Associazione Regione Abruzzo Emodializzati Dialisi e Trapianto) sul tema ipertensione, diabete e rene. Interverranno il dott. Leonzio, cardiologo, il dott. Mario Pupillo nella veste di diabetologo e la dott.ssa Maccarone, nefrologa.

L’incontro sarà l’occasione per parlare di prevenzione e dello stato della sanità in Abruzzo e nel nostro territorio.

La sanità non ha colore politico - ricorda Giulio Bomba, presidente ARED - ed in questo ambito, è giusto che al primo posto ci siano i malati e non la burocrazia”.


Ed a questo proposito, il presidente Bomba ci tiene a sottolineare come, a tre anni dalla firma dell’accordo con la Asl Lanciano Vasto Chieti per favorire uno snellimento delle procedure per i malati nefropatici, nulla sia cambiato.


“La burocrazia è ancora la padrona e le nostre richieste - denuncia Giulio Bomba - di cure più facili e veloci e a costo zero sono finite nel dimenticatoio. Da un elefante, siamo riusciti a partorire un topolino - ha proseguito il presidente ARED - con la creazione di file preferenziali per i nefropatici, ma c’è ancora molto da fare”.

In Abruzzo ci sono circa 1400 dializzati, 450 trapiantati e 10.500 ambulatoriali che, presto, avranno bisogno di cure che la nostra regione non riesce a garantire.


“Ho contattato chiunque ma non abbiamo ricevuto risposte - ha concluso Bomba - nessuno vuole ascoltarci e riceverci, ma non ci arrendiamo. Perché non abbiamo paura di morire per la nostra malattia, ma per la burocrazia”.

Ulteriore momento per informare e sensibilizzare i cittadini, il prossimo 25 aprile, in occasione del derby tra Virtus Lanciano e Pescara, attraverso t-shirt ed iniziative pubblicitarie per portare alla ribalta la giornata del rene, la donazione di organi e l’importanza della propria salute, attraverso una sanità che non sia ostile.

Condividi su:

Seguici su Facebook