Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Festival dell’Architettura Chieti FA2022: "Progettiamo un futuro possibile"

redazione
Condividi su:

Presso la sede dell'Ordine degli Architetti Pianificatori e Conservatori della Provincia di Chieti in Corso Marrucino a Chieti, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Festival dell'Architettura “FA2022”.

L'evento si svolgerà il venerdì e il sabato nelle seguenti date: 30 settembre / 01 ottobre, 07 / 08 ottobre, 14 / 15 ottobre presso il Teatro Marrucino di Chieti, la Sala di rappresentanza del Palazzo di Governo, la Sala Capozzucco del Palazzo de’ Mayo, la sala Cascella della Camera di Commercio CH-PE, l’Auditorium Cianfarani, Tricalle Sistema Cultura e il Teatro Fenaroli di Lanciano.

Oltre al Presidente dell'Ordine, Architetto Daniele Schiazza, e al direttore del Festival, Architetto Luca Mancini, sono intervenuti la Dirigente della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Chieti e Pescara Architetto Cristina Collettini, il Sindaco di Chieti Dott. Diego Ferrara e il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Dott. Paolo De Cesare.

"Ci tengo a ringraziare la direzione del Festival e la Commissione Cultura dell'Ordine per il grande lavoro che hanno svolto nei mesi passati e che stanno svolgendo tutt'ora", cosi il Presidente Schiazza nel presentare la seconda edizione, "in particolare soprattutto nelle persone della Vice Presidente Arch. Maria Elena Sigismondi e del Direttore del Festival Arch. Luca Mancini, che si sono prodigati in maniere perfetta nell'organizzazione dell'evento".

Il Festival sarà rivolto non solo agli architetti e agli addetti ai lavori" sottolinea l'Architetto Luca Mancini, “ma sarà occasione di incontro, confronto e dibattito con i cittadini, enti, istituzioni e associazioni. Durante un seminario sull'accessibilità, verrà consegnato il premio Turismi Accessibili organizzato dall'Associazione Diritti Diretti fondata dalla nostra concittadina mai dimentica Simona Petaccia. Inoltre verrà inaugurata la prima scuola di Architettura per bambini a San Salvo, un’iniziativa collegata a Favara Cultural Park”. 

La Soprintendente, Architetto Collettini ha lanciato una provocazione utile come spunto di riflessione. “Tutela non è immobilismo, tutela è progettazione di qualità. Dobbiamo scardinare questo concetto che la Soprintendenza è quella che blocca ma invita ad una progettazione di qualità. Secondo aspetto fondamentale, noi viviamo in un paese costruito dove lo spazio per la nuova architettura è poco, dobbiamo fare architettura nuova sull'esistente. Infine attenzione agli spazi vuoti, che non è una definizione negativa di un qualcosa, ma sono quei luoghi dove viviamo la nostra vita: le piazze, le agorà, il foro, le vie, i tratturi, sono vuoti ma hanno una connotazione molto forte”.

“Siamo lieti che questa iniziativa racconti il territorio e la bellezza di cui la nostra città è depositaria, così il Sindaco Ferrara. Il Vice Sindaco Paolo De Cesare sottolinea che "come Amministrazione comunale stiamo facendo il possibile per restituire al patrimonio cittadino la sua antica forma e fruibilità, anche con strumenti urbanistici che consentano di preservare l’antico guardando al futuro e alla modernità. Ringraziamo l’Ordine degli architetti per il contributo che costantemente assicurano a tale obiettivo, insieme alla Soprintendenza che è parte di una sinergia a cui teniamo molto”.

bello è possibile
sostenibile è possibile
inclusivo è possibile,

ha concluso il presidente  Schiazza.

Condividi su:

Seguici su Facebook