Partecipa a Lanciano News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Nasce l'Associazione “Ristoratori di cucina tipica lancianese”

12 ristoranti frentani hanno al momento aderito alla iniziativa, presto un marchio identificativo.

Condividi su:

Lanciano - L’idea di un marchio tipico che racchiudesse i piatti tradizionali della cucina lancianese è partita direttamente dagli addetti ai lavori. Sono una dozzina i ristoratori, per lo più concentrati nel centro storico, che si sono rivolti a Confcommercio per la creazione di un gruppo che caratterizzasse la cucina lancianese e ne diffondesse la cultura e la sapienza millenaria. Confcommercio ha subito sposato l’iniziativa ed è di questi giorni la costituzione dello Statuto dell’associazione e del consiglio direttivo.

 

L’obiettivo è quello di salvare ed esaltare allo stesso tempo le tradizioni della cucina locale e riportare la lancianesità anche a tavola nei piatti che ricordano l’infanzia e le antiche tradizioni frentane.


I ristoratori riuniti in sodalizio si sono resi conto che in città è difficile identificare un locale dove è possibile mangiare “alla lancianese”. Di qui l’idea di mettersi in rete, di costituire un’associazione che promuova i piatti e i menù tipici sia come omaggio alla città e al territorio di appartenenza, sia come vero e proprio marchio di qualità da diffondere a livello provinciale, regionale e nazionale.

 

Piatti come pizze e foje, pallotte cace e ove e rintrocele al sugo di castrato sebbene non direttamente collegabili alla storia culinaria di Lanciano saranno esaltati e riproposti in versione locale, attenta al recupero dei sapori di una volta.


I circa 12 ristoratori che finora hanno aderito all’iniziativa stanno intessendo con Confcommercio un importante programma di rilancio del centro storico, della tradizione e della storia cittadina. Tra le varie iniziative in programma ci saranno seminari sulla storia di alcuni piatti tipici, manifestazioni dentro e fuori i confini cittadini, settimane del menù tipico e la partecipazione ai giovedì del gusto proposti dall’amministrazione comunale.

 

Attualmente è al vaglio la creazione di un logo e di un marchio che caratterizzi i ristoranti che aderiscono all’iniziativa e che fanno parte della nuova associazione.


Intanto è stato da poco costituito il direttivo dell’associazione che vede come presidente Tonino Nereo del ristorante Convivium. Vice presidente è invece Loredana Pasquini dell’Osteria Patria. Altri membri del direttivo sono: Luca Di Toro (Ristorante La Torre), Giovanni Magnacca (Ristorante La Corona di ferro),Davide Rapino (Ristorante Ai Vecchi sapori),  Antonio Ucci (Locanda del Malvò) e Silvano Piccirilli (Osteria Il Corvo Torvo).

Condividi su:

Seguici su Facebook