Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Al Pixie Art Life la personale di Nino Luca

Tra materia e pittura le riflessioni sull'archetipo femminile

| di Redazione
| Categoria: Arte e cultura
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO – Inaugurata ieri sera all’interno dello spazio Pixie Art Life nel centro storico di Lanciano la mostra "Tiaso - Opere di Nino Luca" curata da Raffaella Tenaglia e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Lanciano, una riflessione attraverso l’arte sull’archetipo femminile, sugli elementi simbolici e sullo spirito carismatico della donna all’interno della società.

Una personale che resterà aperta fino al 30 ottobre nello spazio in via dei Funai 1, e dove l’artista Nino Luca, messinese di origine ma lancianese di adozione, ha scelto così di portare opere realizzate in diversi momenti della sua carriera, ma tutte legate da un filo conduttore. Non a caso la scelta del nome Tiaso, inteso dal greco, come associazione di persone che volgono l’attenzione al culto di qualcosa, ma più in particolare nel riferimento al Tiaso più antico di Saffo nella letteratura dove le donne venivano educate all’arte ed alla vita domestica.

Da questa parola l’idea di un Tiaso di opere d’arte, come spiegato nella nota che accompagna la personale, “che hanno o che lasciano un’impronta femminile, al centro del quale si riconosce l’idea concreta della donna-Amazzone, un’ancestrale e multiforme combattente, solitaria ma anche solidale con le altre Amazzoni, naturalmente protese a difesa degli equilibri e sviluppi della propria generazione, della casa, dei valori, dei propri progetti, della progenie, della comunità”.

Idee e sensazioni che l’artista trasmette attraverso la materia, che sia il vetro o il bronzo dove emergono anche elementi naturali perfettamente conservati per la combustione, opere che raccontano una visione del mondo femminile che genera, combatte e si prende cura di qualcosa.

All’arte si aggiunge la beneficenza, la metà del ricavato dalla vendita delle opere in mostra sarà devoluta all’associazione no-profit LinfoVita Abruzzo, la quale si impegna da anni a migliorare la qualità della vita dei famigliari e dei malati di linfoma, attraverso attività e iniziative benefiche volte a favorire e sostenere l’armonia tra le persone (info http://www.linfovita.it).

 

Redazione

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK